"Presentazione cittadina dei programmi e delle borse di studio Intercultura"

A Mestre il terzo incontro per illustrare il bando di concorso per i programmi all’estero 2018-‘19

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Riceviamo e pubblichiamo: "Terzo e ultimo appuntamento, dopo Venezia e Mirano, per conoscere da vicino il bando di concorso dell'associazione onlus Intercultura per la mobilità studentesca. Sabato 4 novembre alle ore 17.30 all’auditorium della Città metropolitana di Venezia (ex provincia), in via Forte Marghera 191, i volontari del Centro locale di Venezia presenteranno i programmi per effettuare un periodo di studio all’estero, illustrando le borse di studio per vivere e studiare fuori dall’Italia nell’anno 2018-2018. Sono invitati tutti gli studenti delle scuole superiori di Mestre e zone limitrofe nati tra il 1 luglio 2000 e il 31 agosto 2003 (ovvero, indicativamente di età compresa al momento della partenza tra i 15 e i 18 anni) assieme alle loro famiglie e ai professori, interessati al nuovo bando di concorso dell’Associazione Intercultura che scadrà il 10 novembre 2017. Il nuovo bando di concorso di Intercultura mette a disposizione più di 2.000 posti, di cui 1.500 accessibili attraverso borse di studio totali e parziali. Nel sito dell'associazione www.intercultura.it, si possono trovare tutte le informazioni aggiornate sull'anno all'estero (o periodo più brevi) con Intercultura, comprese le nuove destinazioni in Canada anglofono, Nuova Zelanda, Uruguay, Ghana. Lo studente che decide di frequentare questo programma non perde l’anno scolastico in Italia, bensì accumula i crediti formativi necessari attraverso il riconoscimento del periodo all’estero da parte del MIUR, in base a specifiche disposizioni di legge, e adempie inoltre all’obbligo sull’alternanza scuola lavoro. L’anno all’estero, oltre a permettere di apprendere una o più lingue straniere, consente anche di vivere un’esperienza di profondo scambio culturale e di conoscenza di una cultura straniera, aprendo i propri orizzonti umani e interpersonali ed acquisendo competenze relazionali e interculturali".

Torna su
VeneziaToday è in caricamento