rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023

«Nuove sfide attendono la laguna di Venezia»: il Corila presenta i risultati delle ricerche ambientali | VIDEO

"Venezia2021" è il progetto condotto dal Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia (Corila) volto a trovare dati utili non solo per la gestione del Mose ma anche per una conduzione sostenibile della città e del suo ambiente

Dopo la grave alluvione e gli eventi estremi ripetutesi nel novembre 2019, dal 3 ottobre del 2020 la laguna di Venezia è diventata, a tutti gli effetti, una laguna “regolata”: da quel giorno per 44 volte, le barriere del Mose alle bocche di porto hanno mantenuto il livello della laguna inferiore a quello del mare antistante prevenendo l’inondazione della città e dei centri insulari.

Il Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia (Corila) ha avviato un ampio e approfondito programma quadriennale di ricerche che è stato attuato dai propri enti soci (Università Ca’ Foscari, Università IUAV, Università di Padova, Consiglio Nazionale delle Ricerche ed Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale) per indagare le eventuali conseguenze ambientali relative l'attuazione del Mose e, di conseguenza, riflettere sulle possibili contromisure. Questo programma di ricerche, denominato Venezia2021 e conclusosi a fine del 2022, ha prodotto una mole cospicua di risultati sullo stato attuale e sul futuro della laguna: dati utili non solo per la gestione del Mose ma anche per una conduzione sostenibile della città e del suo ambiente.

I risultati complessivi del programma di ricerche saranno presentati giovedì 12 gennaio dagli studiosi presso l'auditorium del campus scientifico di Ca‘ Foscari, nonché discussi con le amministrazioni preposte alla salvaguardia.

Si parla di

Video popolari

«Nuove sfide attendono la laguna di Venezia»: il Corila presenta i risultati delle ricerche ambientali | VIDEO

VeneziaToday è in caricamento