menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Moraglia a Jesolo: "Portiamo il presepe di sabbia a San Pietro"

Il patriarca di Venezia con sedici vescovi dal Triveneto in visita giovedì nella località balenare: "È una rappresentazione che parla a tutti"

Un presepe costruito con la sabbia di Jesolo in piazza San Pietro per Papa Francesco. È la richiesta che il sindaco di Jesolo Valerio Zoggia ha presentato giovedì sera al patriarca di Venezia, monsignor Francesco Moraglia, e ai 16 vescovi del Triveneto che hanno preso parte ad una visita guidata del presepe di sabbia in piazza Marconi a Jesolo. «Ho voluto prima sottolineare al patriarca e ai vescovi presenti il significativo tema scelto quest'anno per Sand Nativity - ha spiegato Zoggia - Le opere di Misericordia che ci hanno permesso di metterci mettendoci così in sintonia con l'anno giubilare appena iniziato. Corriamo tempi che destano tante preoccupazioni. Ci pare quanto mai significativo che il Papa abbia proposto a tutti gli uomini, credenti e non credenti, il dovere di una solidarietà concreta e quotidiana verso gli altri, soprattutto i più fragili e più sfortunati. Credo che dobbiamo essere particolarmente grati a Papa Francesco per questa scelta».

A conclusione del tour tra le sculture il sindaco si è rivolto al patriarca e ai vescovi rivelando il sogno che vorrebbe veder esaudito per Jesolo. «Il mio è un sogno che da tempo tutta la città coltiva: realizzare il presepio di sabbia a Roma, in piazza San Pietro, come segno di gratitudine per il prezioso servizio del Santo Padre al mondo intero. Ci permettiamo di chiedervi di condividere con noi questo sogno nella speranza che, insieme, possa essere realizzato». Il patriarca e i vescovi hanno accolto la richiesta di Zoggia hanno promesso di impegnarsi per intercedere con il Vaticano. Monsignor Moraglia ha poi commentato la visita al presepe di sabbia. «È una rappresentazione che parla a tutti e mi auguro come anche in questo artistica circostanza il racconto per immagini della nascita di Gesù sia un segno di immediata comprensione e di speranza».

Il presepe di sabbia di quest'anno ha registrato un grande successo, avvicinandosi ai 70mila visitatori con una punta massima di 7300 presenze il primo giorno del 2016. La mostra resterà aperta al pubblico fino al 31 gennaio e sono riprese anche le visite guidate per le scuole. Domenica 17 gennaio sarà poi in programma il Sand Nativity Day, una giornata dedicata alle famiglie per riscoprire la gioia dello stare insieme, all’insegna della spensieratezza tipica dei bambini, della musica e dell’allegria. Inizio previsto alle 9.00 con i mercatini, a partire dalle 14.30 con gli spettacoli continui di Sand Art dell’artista Rossella Milencio e le esibizioni delle Majorettes ‘Magic Stars’ di Jesolo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento