menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto monsignorvecchi.it

Foto monsignorvecchi.it

Seicento presepi artistici per aiutare le famiglie povere: l'eredità di don Franco

Il sacerdote mestrino deceduto l'anno scorso ha chiesto che la sua preziosa collezione fosse venduta per ricavare fondi da dare in beneficenza. I pezzi saranno esposti in due parrocchie

Una possibilità per aiutare concretamente i più bisognosi: seicento presepi, seicento ricordi di don Franco De Pieri messi in vendita per ricavare fondi da destinare alle famiglie povere di Mestre. Ha origine da una precisa volontà testamentaria del sacerdote, scomparso lo scorso 23 dicembre, l’iniziativa che coinvolge due parrocchie mestrine in cui don Franco è stato parroco. Dal 3 all’11 dicembre, nelle comunità di San Paolo in via Stuparich a Mestre e del Corpus Domini in Rione Pertini, sarà esposta la ricca collezione di presepi, il "tesoro" del don.

Una vera passione, la sua, sostenuta dalla curiosità di come l’uomo rappresenti in maniera diversa la natività; una passione cresciuta negli anni e accresciuta grazie ai viaggi compiuti nel mondo e ai regali di tanti amici: è così che don Franco ha raccolto oltre seicento scene della natività realizzate in ogni angolo del globo, ma soprattutto in America Latina. Alla sua morte, ha lasciato scritto di vendere i suoi presepi al fine di raccogliere una somma consistente da donare alle parrocchie di San Paolo e del Corpus Domini.

Un gruppo di amici di don Franco ha vagliato, restaurato, catalogato e fotografato tutta la collezione, permettendo alle due comunità di realizzare una mostra-mercato il cui ricavato permetterà di aiutare le famiglie povere delle due parrocchie. Quanti riusciranno a portarsi a casa uno dei seicento presepi, oltre a fare del bene, avranno la possibilità di tenere in casa un oggetto che parla del Natale, ma anche di quell’uomo e quel sacerdote che hanno potuto conoscere, amare, stimare. Per chi fosse intenzionato ad acquistare un presepio, è possibile vederne il catalogo completo a questo link. Per l’acquisto bisognerà poi rivolgersi alle parrocchie che li esporranno dal 3 all’11 dicembre: metà al Corpus Domini, metà al San Paolo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento