menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Presepi in reparto: all'ospedale di Portogruaro 25 opere fatte da medici, infermieri e Oss

Un'iniziativa all'insegna dell'entusiasmo e dell'originalità giunta alla decima edizione. Creazioni in ogni angolo della struttura, giovedì le premiazioni in quattro diverse categorie

Ci sono le tecniche di lavorazione più complesse e quelle più semplici, alcuni hanno curato il minimo dettaglio, altri hanno utilizzato materiale di scarto come il gessi dell’ortopedia, altri ancora hanno raccolto l’essenza del Natale in creazioni minimal. L’iniziativa “Presepi in reparto” all’ospedale di Portogruaro ha raggiunto il decimo anno di attività. E quest’anno le opere allestite nei reparti, corridoi, sale d’attesa, angoli dell’ospedale più o meno in vista, sono state ben 25. L’idea nata dal servizio religioso ospedaliero nel tempo ha visto infatti crescere l’adesione e l’entusiasmo del personale ospedaliero che si è sempre più impegnato (in orario extralavorativo) nel realizzare delle piccole opere d’arte. In questi giorni la giuria composta da Cristina Franceschinis, Amalia De Luca e Filippo Alice, si è riunita per la valutazione dei presepi, decretando i più belli e originali nelle quattro sezioni previste: “Bellezza”, “Originalità”, “Tecnica di lavorazione”, “Stile e Tradizione”. Giovedì mattina, alla presenza del direttore generale dell’Ulss4, Carlo Bramezza, è avvenuta la premiazione.

Le premiazioni

I vincitori: “Natale al Polo Nord” realizzato dall’Ortopedia, nella sezione “Bellezza”, perché “ricco di particolari, lodevole l’impegno nella scelta dei materiali usati e nella minuziosa costruzione dei soggetti”; “La scala di Natale” dell’Ostetricia nella sezione “Originalità”, perché “rappresenta in modo chiaro la realtà che sta vivendo il reparto”; “il Presepio” della Medicina Uomini nella sezione “Tecnica di lavorazione” perché “ricco di particolari e impegno nella lavorazione”; “Profumi del Natale” della Stroke Unit nella sezione “Stile e tradizione” per “la Natività inserita in un paesaggio di sabbia e rocce con erbe aromatiche, ispira serenità”. Note di merito ai presepi della Medicina Donne per la sensibilità, al Day Hospital oncologico per l’impegno, alla Radiolopgia per l’originalità, alla Fisioterapia per la creatività, all’Area Omogenea per la collaborazione, al Centro di Salute Mentale per la manualità.

Il servizio Religioso, il circolo ricreativo CREO e l’Azienda Sanitaria ringraziano tutto il personale, che con il sostegno di questi presepi e senza trascurare il proprio lavoro, è riuscito a coniugare la parola professionalità con la parola “Cuore”, distinguendosi come eccellenze non solo a livello lavorativo ma anche spirituale. "Avete partecipato in molti, con entusiasmo, tante idee, spirito di aggregazione – ha detto il diacono Daniele Gazzin durante la premiazione - . In occasione del decennale vi è stato consegnato un particolare attestato: il nostro grazie a tutti voi"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento