menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il presidio al policlinico San Marco (Facebook)

Il presidio al policlinico San Marco (Facebook)

Presidio al San Marco, i dipendenti non ci stanno a perdere il posto

Riunioni tra lavoratori e dirigenti del policlinico e tra sindacati e Ulss 12. All'orizzonte una squadra per il ricollocamento nell'azienda sanitaria

Hanno manifestato di fronte al policlinico San Marco per il loro posto di lavoro. Per tutta la mattinata. Inesorabili, infatti, 24 lettere di licenziamento lunedì sono state recapitate a mano ad altrettanti camici bianchi della struttura sanitaria privata mestrina. Altre trenta circa potrebbero partire a breve, per i problemi di bilancio della struttura. Dalle 8 di mercoledì, quindi, rappresentanze dei sindacati, dipendenti del policlinico e alcuni esponenti politici (tra cui il consigliere regionale del Pd Bruno Pigozzo, il consigliere comunale Pd Andrea Scaramuzza, il consigliere della Federazione della Sinistra delegato alle politiche per il Lavoro Sebastiano Bonzio, il consigliere regionale dell'Italia dei Valori Gennaro Marotta) hanno dato vita a un presidio di protesta che ha bloccato la strada di accesso alla struttura.

POLICLINICO SAN MARCO, PARTONO LE LETTERE DI LICENZIAMENTO

Disagi, anche se limitati, per quanti dovevano raggiungere l'ospedale almeno fino a mezzogiorno, quando sono iniziate due riunioni in contemporanea: una tra una delegazione dei lavoratori, accompagnata dai segretari regionali e provinciali di Cgil e Uil, con i dirigenti del San Marco; l'altra nella sede dell'Ulss 12 veneziana tra il dirigente dell'azienda sanitaria Giuseppe Dal Ben e il suo direttore amministrativo Fabio Perina e Ugo Agiollo e Paolo Lubiato per la Cgil e da Francesco Menegazzi e Mario Ragno per la Uil. Dopo quest'ultimo tavolo di trattativa potrebbe scorgersi all'orizzonte la formazione di una squadra di lavoro per il ricollocamento dei dipendenti del policlinico in mobilità all'interno dell'azienda sanitaria lagunare ("uno a uno", scandiscono i sindacati).

LA CGIL: "COSI SI SCONVOLGONO 24 FAMIGLIE"

Al policlinico San Marco, invece, le parti sono rimaste d'accordo per una ulteriore riunione martedì prossimo, fissata per le 11. Già dalle 8, però, sarà dato vita all'ennesimo presidio, con un'assemblea pubblica dei lavoratori dalle 9 alle 11 con i rappresentanti dei sindacati. "Ancora una volta come Cgil sottolineiamo la totale assenza del sindaco e del Comune - afferma Paolo Lubiato - Si trattava di una fondamentale iniziativa non solo per la sanità veneziana e mestrina, ma per lottare per dei posti di lavoro".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento