Giovedì, 29 Luglio 2021

Cgil, Cisl e Uil da Zaia. Emergenza Rsa. Pallaro, Ragno, Vanto: «Chiarezza sui tamponi»

Le Funzioni pubbliche Cgil, Cisl e Uil in presidio da Zaia a Marghera per le case di riposo. Riemerge la questione tamponi. «Fare di tutto per la sicurezza». Lanzarin li riceve. «Più attenzione per il settore dell'assistenza»

Dopo il presidio delle Funzioni pubbliche delle sigle sindacali confederali Cgil, Cisl e Uil è arrivato l'incontro con la Regione, martedì 22 dicembre, che ha ricevuto i segretari delle categorie a Marghera: Franca Vanto della Cgil, Mary Pallaro Cisl e Mario Ragno Uil. «Impegno apprezzabile, ma ci aspettavamo alcune risposte». Appena dopo l'inizio del presidio di Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl regionali, davanti alla protezione civile l’assessore alla Sanità Manuela Lanzarin ha incontrato una delegazione sindacale.

«Anche oggi - dichiara Franca Vanto, segretaria regionale Fp Cgil - abbiamo ribadito la necessità di un piano di assunzioni straordinario, utilizzando appieno le graduatorie e assumendo gli infermieri neo-laureati in attesa di concorso per integrare le dotazioni organiche, troppo in sofferenza, di ospedali, territorio e rsa (residenze per anziani).Nelle case di riposo si possono assumere infermieri e integrare le necessità che vi sono in queste strutture attraverso lo strumento del comando (le Ulss mandano i lavorati nelle residenze) temporaneo. Va inoltre affrontata la questione dei tamponi al personale sanitario e delle case di riposo, continuando a ritenere che per lavoratori e ospiti sia necessario il tampone molecolare».

«Sono due questioni sulle quali bisogna intervenire con urgenza per evitare il collasso delle Rsa e del sistema sanitario. Da questo punto di vista, considerando che dopo una prima riunione tecnica svolta l’11 dicembre, oggi doveva esserci un nuovo tavolo che provava a dare risposte, ci ha sorpreso il fatto che l’assessore non avesse contezza delle nostre richieste. Significa che coloro che hanno presenziato e ascoltato le richieste già avanzate non hanno trasmesso quanto necessario all’assessore», continuano i sindacati. «Anche per questo – concludono - pur apprezzando l’impegno che anche oggi l’assessore si è assunta nel verificare le questioni poste, rimaniamo convinti che più di qualcosa non torni. Oggi ci aspettavamo risposte considerando il tavolo che doveva esserci nel pomeriggio ma che non ci sarà. Ci aspettiamo, a questo punto, che la prossima settimana l’assessore ci convochi per risposte certe sulle assunzioni del personale».

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Cgil, Cisl e Uil da Zaia. Emergenza Rsa. Pallaro, Ragno, Vanto: «Chiarezza sui tamponi»

VeneziaToday è in caricamento