menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sorpreso con le mani nelle offerte, preso l'incubo dei parroci veneti

Un 56enne albanese giovedì è stato colto in flagrande nella basilica di San Giacomo a Chioggia. E' stato denunciato per furto ed espulso

Da almeno un paio d'anni era diventato l'incubo dei parroci della zona di Chioggia (ma la sua mano potrebbe essersi insinuata anche in altre chiese e canoniche veneziane). Giovedì scorso, finalmente, gli agenti del commissariato locale hanno sorpreso in flagrante il ladruncolo che ripuliva le offerte dei fedeli.

Le indagini si sono da subito dimostrate complesse, poiché le immagini in possesso agli inquirenti ritraevano un uomo sconosciuto agli archivi della polizia. Dopo alcuni appostamenti di agenti in borghese, alla fine è stato colto con le mani nella marmellata un 56enne di nazionalità albanese. Entrato in azione nella basilica di San Giacomo mentre con un cordino metrico, cui aveva posto all’estremità un nastro biadesivo, si stava impossessando delle banconote e delle monete contenute all’interno delle cassette dell’elemosina.

Identificato, la manolesta è risultata avere numerosi precedenti penali per analoghi furti nelle chiese di tutto il Triveneto. Oltre alla denuncia per furto aggravato, all'uomo è stato notificato un decreto di espulsione perché non in regola con le norme di soggiorno.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento