Aveva trascinato e violentato una ragazza in un casolare: portato in carcere

I fatti risalgono al 2016: la vittima, una veneziana che aveva 23 anni, era stata aggredita a Padova. L'uomo è stato preso dai carabinieri

Il carcere di Padova

È stato portato in carcere Houcine Souilah, trentenne tunisino ritenuto responsabile di uno stupro avvenuto oltre quattro anni fa ai danni di una ragazza veneziana: i carabinieri del Radiomobile di Padova lo hanno rintracciato ieri sera, eseguendo nei suoi confronti un ordine di carcerazione per una pena di 7 anni, 2 mesi e 2 giorni di reclusione.

Violenza

L'episodio risale al 25 luglio 2016. L'uomo, in compagnia di un altro straniero mai identificato, aveva avvicinato la ragazza (all'epoca 23enne) per strada, mentre stava camminando nella zona retrostante la fiera di Padova con l'intenzione di raggiungere un'amica. Le aveano chiesto una sigaretta e poi avevano iniziato a importunarla, rivolgendole apprezzamenti sul suo aspetto fisico; dopodiché l'avevano afferrata e trascinata, nonostante i tentativi di resistenza, in un vicino casolare abbandonato. Qui, con estrema violenza, l’avevano stuprata e poi, prima di fuggire, le avevano preso il cellulare.

Indagini

La ragazza, in stato di choc e dolorante, aveva raggiunto un bar all’angolo tra via del Pescarotto e via Orlandini e aveva chiamato il 112. Alla pattuglia arrivata sul posto aveva raccontato, tra le lacrime, ciò che le era successo, dando un'accurata descrizione degli aggressori. Mentre veniva accompagnata in ospedale, i militari avevano raggiunto il punto in cui era avvenuta la violenza e, poco distante, avevano individuato uno dei possibili colpevoli, Souilah, che era stato effettivamente riconosciuto dalla vittima.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Processo

L'uomo a quel punto era stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto e poi a misura cautelare in carcere fino al novembre 2016. I tempi del processo sono stati lunghi: la prima condanna nel febbraio 2019, quella in Appello a dicembre 2019 e la definitiva a luglio 2020. Nel frattempo aveva fatto perdere le proprie tracce, fino a ieri, quando una pattuglia lo ha rintracciato in via San Fidenzio. Ora Souilah si trova in carcere a Padova.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa succede al corpo se si eliminano i carboidrati?

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • Sei comuni rinnovano il sindaco e il Consiglio: i risultati

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento