menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prestiti a tassi folli ad un imprenditore in difficoltà: usuraio 46enne di Mirano in arresto

Operazione dei carabinieri di Padova in seguito alla denuncia di un uomo residente in zona Piove di Sacco. Interessi tra il 300 e l’800% all'anno, il primo prestito nel giugno 2016

Aveva approfittato della situazione di difficoltà del "collega" e gli aveva prestato denaro fissando, per la restituzione, tassi di interesse da strozzino. Giovedì mattina i carabinieri della stazione di Legnaro (Padova) hanno arrestato a Mirano A.L., imprenditore 46enne pregiudicato, dando esecuzione all'ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa dal Gip David Calabria: il reato ipotizzato in seguito alle indagini è di usura aggravata continuata.

Le indagini: fino all'800% di interessi

Le attività dell’Arma hanno avuto inizio con la denuncia presentata da un imprenditore dell’area del Piovese, il quale, trovandosi in gravi difficoltà finanziarie, era stato costretto, già dal mese di giugno 2016, a rivolgersi ad A.L. per ottenere prestiti di denaro. Quest’ultimo, anch’egli titolare di una ditta individuale attiva nei settori di affilatura di utensili e commercio di veicoli, aveva accettato di elargire le somme richieste, applicando però tassi d’interesse che secondo i carabinieri erano "di chiara matrice usuraria": tra il 300 e l’800% all'anno. Naturalmente queste condizioni avevano portato la vittima sull'orlo del dissesto finanziario.

Oltre 80mila euro restitutiti

Il denunciante ha spiegato di aver ottenuto dall’indagato, nel periodo compreso tra giugno 2016 e febbraio 2018, la somma complessiva di 41mila euro, che era velocemente lievitata a 81mila. Di questi, 61mila erano stati restituiti, mentre altri 20mila erano costituiti da assegni bancari che la vittima era stata costretta a versare a garanzia. Le consegne del denaro avvenivano abitualmente nell’abitazione di A.L., a Mirano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento