rotate-mobile
Cronaca

Acqua alta a Venezia, previsioni: marea sostenuta nei prossimi giorni

Il Centro maree prevede una punta di 105 centimetri nella notte tra il 3 e il 4 novembre. Il peggio dal punto di vista meteo è passato, nonostante arrivi una nuova perturbazione

L'acqua alta ha concesso a Venezia la tregua attesa dagli esperti con il miglioramento della situazione meteo. Dopo una massima di 112 centimetri sopra il medio mare registrata la scorsa notte, stamane la nuova punta di marea si è fermata a soli 94 centimetri, sufficiente per allagare solo le zone più basse del centro storico. In questo caso, rilevano dal centro maree del Comune, il contributo meteo è stato di soli 36 centimetri rispetto ai 58 centimetri della marea astronomica.

Date le condizioni dell'Adriatico e l'onda di 'sessa' provocata ancora dallo scirocco di mercoledì e giovedì scorsi, è previsto che nei prossimi giorni la marea permanga comunque su livelli sostenuti. A l'una e mezza di notte del 4 novembre l'acqua alta dovrebbe toccare i 105 centimetri. La viabilità pedonale allagata sarà dell'8 per cento sul totale della superficie della città.

 

La permanenza tra il 31 ottobre e il 1 novembre della marea sopra i 110 cm per 14 ore e 15 minuti pone l’evento al secondo posto nella graduatoria storica dopo il 4 novembre 1966, anno della grande alluvione che causò un centinaio di morti nel Triveneto. Il Centro maree del Comune ha ricevuto 85.439 chiamate alla segreteria telefonica in cinque giorni, delle quali 55.119 tra mercoledì e giovedì; negli stessi giorni si calcola che siano stati 130-140 mila i visitatori delle pagine Internet del Centro Maree; l’applicazione hi!Tide è stata tra le dieci più scaricate in Italia.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acqua alta a Venezia, previsioni: marea sostenuta nei prossimi giorni

VeneziaToday è in caricamento