Cronaca

Oggi il primo test al "drive through" di Oriago: vaccinati 100 anziani, domani si replica

Giornata di rodaggio al parcheggio Porta Ovest. Tra gli over 70 c'è chi ha interpretato il drive in in modo originale: alcuni si sono presentati a piedi, una signora in bicicletta

C'è chi si è presentato alla guida di un furgoncino, in scooter o a piedi. E poi ancora l'anziana che si è recata in bicicletta con il freddo pungente delle prime ore della mattina. Ulss 3 ha sperimentato oggi - seconda azienda sanitaria dopo l'Ulss 1 Dolomiti - la vaccinazione in modalità drive through al parcheggio scambiatore della stazione di Oriago Porta Ovest, semi abbandonato e recuperato (alla pari del Pala Expo) come centro di vaccinazione periferico (Cvp).

Ulss 3 testa la vaccinazione "drive in" a Oriago

Nella prima giornata, destinata solo agli anziani tra i 70 e i 79 anni, sono arrivate 100 persone, tutte in auto, fatta eccezione per i pochi che hanno interpretato in maniera del tutto personale il concetto di "drive through" o "drive in" che dir si voglia. Per domani, invece, sono attesi 150 ultrasettantenni. Trattandosi di over 70, i sanitari hanno somministrato e somministreranno siero AstraZeneca o Pfizer se necessario, specie in presenza di particolari patologie che richiedono un vaccino a mRna.

Richiami a Burano e Pellestrina

Nel frattempo, sabato sono riprese le vaccinazioni "in trasferta". Il personale dell'azienda Serenissima, infatti, si è recato nelle isole di Burano e Pellestrina per somministrare il richiamo a tutti gli anziani che avevano ricevuto la prima dose l'ultimo fine settimana di marzo. Presente sul posto anche l'assessore alla Coesione sociale Simone Venturini: «Sono qui - aveva spiegato - non solo per ringraziare il grande lavoro compiuto dai sanitari dell’Ulss 3, col prezioso aiuto della protezione civile e di altri gruppi del volontariato, ma anche per confermare il supporto dell'amministrazione comunale anche per le prossime fasi. Penso ovviamente ai medici dell’Ulss 3, ma anche a quelli di base che, ad esempio, organizzandosi in gruppi, avessero bisogno di reperire grandi spazi per vaccinare i loro assistiti».

Intanto, dopo l'exploit di giovedì, con il record di dosi somministrate (6.109), nella parte finale della settimana i valori sono tornati in linea con l'attuale capacità di vaccini: venerdì ne sono stati inoculati 3.643, mentre ieri 3.292, per un totale complessivo da inizio campagna di 187.273 (valore che comprende prime dosi e richiami già effettuati).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oggi il primo test al "drive through" di Oriago: vaccinati 100 anziani, domani si replica

VeneziaToday è in caricamento