menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Riti di iniziazione a sfondo sessuale", assolti allenatori e giocatori degli Islanders

L'ha deciso mercoledì il collegio dei giudici del Tribunale di Venezia. La presunta vittima presentò richiesta di un risarcimento da 1 milione di euro. L'episodio contestato nel 2011

Sono stati assolti mercoledì "perché il fatto non sussiste" sette tra giocatori e allenatori degli "Islanders Venezia", squadra di football americano. Erano accusati di 'riti' iniziatori a sfondo sessuale ai danni di un loro compagno. Per gli imputati il pm aveva chiesto condanne complessive per 29 anni. Oggi - ha reso noto il loro legale l'avvocato Antonio Forza, dopo quattro anni dall'avvio del processo il Tribunale di Venezia (collegio presieduto da Sara Natto) ha assolto tutti con formula piena.

Chiesto risarcimento di 1 milione

Alla sbarra c'erano S.B., 52 anni di Mogliano, T.C., 50 anni di Mestre, G.S., 38 anni di Mestre, M.G., 27 anni di Mestre, G.C., 28 anni di Mogliano, S.D.G., 40 anni di Martellago, C.P., 43 anni di Mestre. La presunta vittima si era costituita parte civile, chiedendo il risarcimento di un milione di euro.

Le accuse

Gli allenatori e i giocatori erano stati accusati di violenza sessuale di gruppo, percosse, lesioni personali, violenza privata, tutti in concorso tra loro, per aver costretto il giovane, nuova leva del gruppo veneziano, a subire alcuni presunti riti di iniziazione sul pullman di ritorno da una partita vittoriosa giocata a Trieste nel 2011, contro la squadra locale dei "Muli".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento