menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scontri in val di Susa, stangata: condannato un attivista del Rivolta

In tutto 47 condanne per il processo sui disordini in val di Susa, per 142 anni di reclusione. Poco più di 4 anni per G.F, 35enne di Marghera

Quarantasette condanne, per 142 anni e 7 mesi di reclusione. Sono numeri pesantissimi quelli della sentenza di primo grado del maxiprocesso No Tav pronunciata martedì dal giudice Quinto Bosio nell'aula bunker di Torino. Si tratta della prima tappa degli strascichi giudiziari dopo gli scontri che avvenirono in Val di Susa tra forze dell'ordine e manifestanti No Tav nell'estate 2011. Tra i condannati anche un rappresentante del centro sociale Rivolta, G.F., 35enne residente a Marghera. Per lui, che doveva rispondere al pari degli altri imputati di violenza a pubblico ufficiale, lesioni e danneggiamento, una pena di poco superiore ai quattro anni di reclusione.

Al tempo l'attivista venne fermato dalla polizia durante una delle cariche delle forze dell'ordine, dopodiché, in serata, venne anche portato in ospedale per accertamenti. Durante i disordini rimase ferito anche l'allora 19enne coordinatore degli studenti medi di Venezia-Mestre Jacopo Povelato. Subito sui social network è esplosa la solidarietà della galassia no global nei confronti dei 47 condannati. Anche in laguna il leader no global Tommaso Cacciari ha esternato tutta la propria rabbia: "Più a loro che ai tangentari del Mose". Ma la lista dei commenti "caldi" si allunga di minuto in minuto: "Altro che giustizia, solidarietà ai nostri fratelli", commenta un'altra attivista lagunare.

"Si tratta di una sentenza pesantissima - afferma uno degli avvocati degli imputati - anche per i risarcimenti stabiliti nei confronti di esponenti delle forze dell'ordine, dei ministri della Difesa, dell'Interno, dell'Economia e dei sindacati di polizia, tutti costituiti parte civile al processo". "E' una sentenza che era stata già scritta", aggiunge un secondo legale. Da tutti naturalmente l'annuncio di un ricorso in Appello.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento