Cronaca Marghera

Gli vendono una finta laurea, due truffatori finiscono in tribunale

Due trevigiani millantarono "contatti napoletani" che avrebbero permesso alla vittima di Marghera di laurearsi. Intascati quasi settantamila euro

Voleva la laurea in Odontoiatria ma non aveva nessuna voglia di darsi da fare tra corsi ed esami. Così un cittadino di Marghera ha cercato delle scorciatoie. E pensava di averla anche trovata dopo che due trevigiani, uno di 60 anni e l'altro di 45, gli avevano fatto credere che grazie ad alcuni loro "agganci napoletani" il miracolo fosse possibile. A pagamento, s'intende.

Come riporta La Nuova Venezia, la coppia finita a processo per truffa aggravata col tempo sarebbe riuscita a spillare alla vittima 69.700 euro. I due avevano raccontato che queste loro conoscenze sarebbero state in grado di entrare nell'archivio meccanografico di Roma. Un giochetto semplice semplice dunque. Bastava pagare. E i contanti arrivano copiosi, dal 2008 al 2010. Non ottenendo nel frattempo nemmeno una carta che potesse dimostrare come l'iter per arrivare alla laurea fosse in cammino.

Secondo l'avvocato difensore della vittima, che potrebbe anche essere denunciata dai due imputati per concorso in falso, l'assistito era convinto di sostenere gli esami via Internet.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli vendono una finta laurea, due truffatori finiscono in tribunale

VeneziaToday è in caricamento