Operaio morto sul lavoro, a processo i titolari dell'azienda

Il 24 gennaio scorso perse la vita l'operaio Daniele Zamuner, di Portegrandi: venne colpito alla testa da una macchina per la trafilatura del legno nella ditta Zanutta a Dosson di Casier

Sono stati rinviati a giudizio per il reato di omicidio colposo Lucio e Gianluca Zanutta, i titolari dello stabilimento Zanutta di Dosson di Casier (Treviso) dove il 24 gennaio scorso ha perso la vita l'operaio 54enne Daniele Zamuner. L'uomo, che abitava a Portegrandi, nel comune di Quarto d'Altino, venne colpito alla testa da una macchina per la trafilatura del legno. Zamuner, la cui famiglia si è costituita parte civile, era stato centrato in pieno volto durante una fase della lavorazione dopo essersi sporto per liberare un pezzo di legno rimasto incastrato.

Indagini sulla sicurezza

Daniele Zamuner era molto stimato nel mondo dell'edilizia, al punto che più di qualche artigiano l'ha definito un artista nel suo settore, e che spesso era proprio lui ad intervenire direttamente nei cantieri, nel caso ci fossero problemi con i prodotti venduti dall'azienda per cui lavorava. La Procura di Treviso aveva aperto un fascicolo d'indagine da cui sono emerse quelle che sarebbero state gravi lacune nei sistemi di sicurezza.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jesolo, fine estate col botto: nel weekend le Frecce Tricolori e la mezza maratona

  • Uomo di Jesolo si veste da Joker e provoca il panico a Milano con una pistola finta

  • Tumore del colon-retto, l'ospedale dell'Angelo una vera e propria eccellenza: i dati

  • Lite finisce nel sangue: donna accoltella un uomo in centro a Mestre

  • Nessuna traccia di Mattia, ricerche proseguite tutto il giorno e sospese in serata

  • Incidente tra un'auto e un camion: giovane incastrato nell'abitacolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento