menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il chiostro del liceo Foscarini

Il chiostro del liceo Foscarini

Professore del Foscarini choc: "I gay possono curarsi in centri appositi"

Il docente del liceo classico veneziano ha consegnato degli appunti agli studenti in cui si scrive che le relazioni tra omosessuali "durano poco" e la cultura gender va contro natura

Sono "casi singoli", sono persone che hanno "scelto". E per questo da dover curare in centri specializzati. Un pagina di appunti scritti a mano consegnata da un professore del liceo classico Foscarini sta facendo scatenare il web, dopo essere stato ripreso dall'Huffington Post. Il testo incriminato è stato consegnato agli studenti durante una lezione in cui si dibatteva sui diritti gay. Sull'approvazione dei matrimoni tra omosessuali. Il docente si è presentato in classe con i suoi appunti, poi fotografati e postati sui social network da uno studente. Secondo il professore, l'omosessualità sarebbe una tendenza "reversibile". Sarebbe una "elaborazione della psiche di modelli diversi dai modelli affettivi verso cui la natura normalmente orienta". Si va contronatura, insomma.

Il professore poi si scaglia contro la cultura "Gender". Quella cultura omosessuale che, par di capire tra le righe, starebbe espandendosi a macchia d'olio. Le conseguenze sarebbero nefaste, dal punto di vista del professore. Le relazioni omosessuali, infatti, durerebbero poco. E sdoganando una tendenza sessuale si può portare il ragionamento all'assurdo. Sdoganarle tutte. "Compresa la pedofilia - si legge - spariscono i termini 'madre' e 'padre', sostituiti da 'genitore A' e 'genitore B'". Seguendo il filo del suo ragionamento, il professore, che con questi appunti ha spiegato all'Huffington Post di aver voluto "stimolare il dibattito" su un tema cruciale, è arrivato a scrivere che in questo modo si "apre alla poligamia". Nel mirino anche le adozioni di bambini da parte di coppie gay: "Non basta l'amore per crescere dei bimbi - continua - servono due personalità differenti dal punto di vista fisico e psichico".

L'idea fondamentale che si esprime è che l'omosessualità sia contro natura. "Se si pensa che non ci siano differenze tra uomo e donna allora tutto può essere cambiato - si afferma negli appunti - Si rischia di pensare alla famiglia come una mera creazione culturale del cristianesimo".

Raggiunto al telefono dall'Huffington Post il professore ha dichiarato con sicurezza: "L'omosessualità è una scelta, e lo dicono anche autorevoli studiosi". Poi rivela: "Quando gli studenti manifestano un orientamento omosessuale, oppure mi chiedono spiegazioni, consiglio loro dei centri dove è possibile rivedere questo orientamento". Secondo il docente, quindi, l'omosessualità sarebbe da trattare se non come una malattia, come un problema da risolvere.

volantino facebook-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento