menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Continuano gli sbarchi, in arrivo 69 profughi nel Veneziano: "La maggioranza a Conetta"

Tra giovedì e sabato saranno 380 i migranti che raggiungeranno la nostra regione. Il prefetto Cuttaia: "Stiamo trovando soluzioni per sgravare l'ex base. Ci sarà anche un bando ad hoc"

Gli sbarchi non si fermano, di conseguenza non si bloccano nemmeno i trasferimenti di migranti nella nostra provincia. Dove c'è una realtà che più di ogni altre sta sopportando sulle proprie spalle l'emergenza profughi: è l'ex base militare di Conetta, ora diventata un grande spazio dove poter ospitare chi tenta di attraversare il Mediterraneo in cerca di una vita migliore. Tra giovedì e sabato, infatti, secondo quanto dichiarato dal prefetto Domenico Cuttaia a margine della cerimonia per la Festa della polizia a Mestre, in Veneto arriveranno circa 380 migranti "ripartiti tra le diverse province in base a criteri demografici". 

Secondo le volontà del ministero, dunque, nel Veneziano dovranno essere sistemati 69 migranti. La maggior parte dei quali finiranno sempre lì, a Conetta. In attesa che si trovino soluzioni alternative che, secondo il titolare di Ca' Corner, sarebbero in via di individuazione. Poche unità andranno in un'altra struttura, ma il grosso finirà sempre nell'ex base. "Stiamo predisponendo un bando per 600 migranti da destinare a Comuni che non ospitano alcun migrante o che ne hanno meno del 50 per cento della quota che spetterebbe loro. Accetteremo offerte per strutture che possono ospitare al massimo 50 migranti - ha dichiarato Cuttaia - Lo facciamo per sgravare Cona e per rafforzare un principio di ripartizione equa e diffusa sul territorio dei profughi. E' l'unica soluzione che ci permette di garantire un'accoglienza che non pesi sulla popoplazione".

Intanto, però, ci sono gli ultimi arrivi da gestire. Troppo poco tempo a disposizione per trovare soluzioni alternative: "La maggior parte di loro andrà a Cona, perché non possiamo tenerli per strada - conclude Cuttaia - Poi nel frattempo, con soluzioni che stiamo trovando, trasferiremo gli "anziani" di Cona in nuove strutture, riequilibrando la situazione. Nel frattempo accogliamo a braccia aperte ulteriori offerte, al di là del bando, che possano aiutarci a fronteggiare l'emergenza". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Veneto sarà quasi di sicuro in area arancione, Zaia: «Oggi l'Rt è a 1,12»

  • Cronaca

    Ordinanza anti alcol a Venezia in vista del weekend

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento