rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Mestre Centro

Città più belle grazie ad associazioni e Iuav: dieci azioni pilota di rigenerazione urbana

Percorsi formativi e progettazioni di recupero di edifici, aree verdi, spazi pubblici. Due per ogni provincia coinvolta saranno finanziati grazie a un fondo regionale di 190mila euro

Dieci progetti per rigenerare i quartieri più difficili delle città venete, unendo le forze di associazioni, amministrazioni ed enti del terzo settore. A selezionarli sarà il Csv della città metropolitana di Venezia, che ha inaugurato in questi giorni l'iniziativa #tuttamialacittà, programma di rigenerazione che punta a rilanciare le aree urbane più degradate. Capofila è appunto il centro di servizi per il volontariato di Venezia, partner sono i Csv di Padova, Verona, Vicenza e Rovigo. Coinvolta anche l'università Iuav di Venezia, che si occuperà di uno specifico percorso formativo.

Recupero di edifici e aree verdi

Temi chiave dell'iniziativa sono l'housing sociale, la gestione del verde pubblico, il riutilizzo di edifici, la rivitalizzazione delle aree degradate e il recupero del patrimonio storico-culturale. Alla fine saranno dieci (due per ogni provincia) le proposte che saranno ammesse a finanziamento, scelte da una specifica commissione di valutazione, e che avranno l'opportunità di trasformarsi in azioni pilota. A quel punto il piano entrerà nel vivo grazie al contributo economico del comitato di gestione del fondo speciale regionale per il volontariato: a #tuttamialacittà è stato riconosciuto un finanziamento di 190mila euro, che copre l'80% del budget del progetto che complessivamente è quindi di 237.500 euro, da dividere tra le cinque aree regionali.

Progetti conclusi a fine 2019

Secondo la direttrice del Csv Venezia, Ketty Poles, per quanto riguarda le aree di Mestre, Riviera e Basso Piave "si tratta di recuperare spazi verdi ed edifici inutilizzati, non tanto attraverso la ristrutturazione ma tramite la creazione di attività sociali". Nelle prossime settimane saranno scelti due docenti Iuav che condurranno i percorsi di formazione e co-progettazione. Al Csv, invece, spetta il compito di indire un kick-off meeting. I tavoli provinciali di co-progettazione partiranno tra settembre e ottobre, mentre a novembre avverrà la selezione: i progetti vincitori avranno un anno di tempo per essere concretizzati.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città più belle grazie ad associazioni e Iuav: dieci azioni pilota di rigenerazione urbana

VeneziaToday è in caricamento