menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Venezia mappata in chiave storica Presentato "Luoghi della Memoria"

Il progetto mira a ricostruire luoghi, episodi e personaggi legati al periodo 1944-1945. Già partito il progetto su Cannareggio, poi tocca a Castello

Ripercorrere un’importante pagina della storia veneziana, individuare i luoghi, le persone e gli episodi che raccontano la lotta di Liberazione e le persecuzioni razziali in laguna: questo l'obiettivo del progetto “Luoghi della Memoria: Venezia 1943-45”, promosso dal Comune di Venezia assieme all'Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea (Iveser).

Il progetto, condotto - tra gli altri - dai ricercatori Giulio Bobbo e Eleonora Milner, ha già preso avvio con la mappatura del sestiere di Cannaregio, che comprende luoghi particolarmente significativi, quali il Ghetto ebraico e la Stazione ferroviaria, e dove sono stati individuati ben 36 siti commemorativi, tra pietre di inciampo, lapidi, targhe, monumenti, edifici. Qui sono stati realizzati due itinerari tematici, dedicati alle persecuzioni anti-ebraiche e alle vicende resistenziali, disponibili sul sito www.iveser.it.

“Per tutti i luoghi è stata fatta una scheda con nome, indirizzo, descrizione, evento, approfondimento storico, testo e bibliografia. La prossima tappa del progetto riguarderà  il sestiere di Castello, ed entro aprile 2015, a settant'anni dalla Liberazione, il lavoro di catalogazione dovrebbe essere terminato con il censimento di centro storico, terraferma e isole.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento