Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Marghera / Porto Marghera

Con i russi di Sukhoi l'intesa decolla: "Un polo tecnologico aeronautico a Porto Marghera"

Martedì a Ca' Farsetti incontro tra sindaco Brugnaro, la compagnia aerea e il viceministro dell'Industria di Mosca. Il primo cittadino: "Potrebbe sorgere in aree Eni cedute a 1 euro"

L'incontro a Ca' Farsetti

Sulle prospettive di occupazione dei lavoratori Superjet il sindaco Brugnaro parlerà giovedì mattina in Consiglio comunale a Mestre. A giudicare però da quanto emerso dall'incontro di martedì tra il primo cittadino e il viceministro russo dell'Industria e del Commercio, Oleg Bocharov, le previsioni non possono che essere positive. I dettagli si sapranno tra poche ore: "Abbiamo parlato a lungo - ha spiegato Brugnaro - c'era anche il presidente del Board di Sukhoi, che ricordo essere una delle più grandi compagnie aeree del mondo".

Nodo del contendere non solo le prospettive del progetto Superjet (con sede a Tessera), in cui c'è il rischio di una dismissione della presenza italiana, quindi di Finmeccanica, e di un preponderante peso della guida russa, ma anche possibili nuove collaborazioni in territorio lagunare.

A Ca' Farsetti martedì era presente una folta delegazione governativa di Mosca: "Giovedì lanceremo l'idea di costruire un polo tecnologico aeronautico all'avanguardia a Porto Marghera - ha anticipato Brugnaro - Siamo vicini a un accordo che potrebbe rivelarsi molto importante. Ci sono alcune aree dell'Eni che potrebbero essere cedute al costo simbolico di 1 euro". Il ragionamento di Ca' Farsetti, che naturalmente dovrà ottenere l'ok anche dal governo, è di recuperare attraverso questo tipo di investimenti aree ora dismesse, vedendo sorgere spazi in grado di garantire posti di lavoro e di attirare eccellenze sul territorio: "La strada è lunga - ha concluso il sindaco - ma questo può essere un passo avanti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con i russi di Sukhoi l'intesa decolla: "Un polo tecnologico aeronautico a Porto Marghera"

VeneziaToday è in caricamento