menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La proposta: statale Romea sdoppiata, da due a quattro corsie tra Mestre e Chioggia

La società Sinergo spa di Maerne presenterà il progetto giovedì alla Sala Teatro San Martino a Sottomarina. "Potrebbe essere una valida alternativa al tratto autostradale della Romea Commerciale

Adeguare il tratto della Romea da Chioggia a Mestre, mettendo in sicurezza la statale. Il programma interessa un'asta di 37 chilometri su un totale di 70 all’interno della Regione Veneto, di cui 27 di adeguamento lungo la gronda lagunare. L’ipotesi su cui si fonda la proposta è che l’adeguamento della strada esistente tra le due città costituisca un’alternativa al tracciato autostradale previsto per la cosiddetta Romea Commerciale più a ovest, come parte del corridoio autostradale Orte Mestre E45-E55. "L'adeguamento secondo la Sinergo - comporta un minore consumo di territorio rispetto alla realizzazione di un nuovo tratto autostradale, nella misura in cui  si traduce nel solo ampliamento del tracciato esistente della Romea da 2 a 4 corsie".  Il progetto sarà presentato giovedì alle 20.45, alla Sala Teatro San Martino a Sottomarina dalla società Sinergo Spa, su invito del Comitato Legge Regionale Speciale per Chioggia.

Schermata 2018-01-22 alle 18.55.10-2

Allargare il percorso esistente permetterebbe ai comuni di Codevigo, Piove di Sacco, Campolongo Maggiore, Campagna Lupia, Camponogara e Dolo di accedere immediatamente e in maniera sicura alla viabilità locale. La Romea Commerciale, al contrario, secondo la società di Maerne, bypassa i territori che attraversa, senza un beneficio reale in termini di accessibilità alla strada da parte dei residenti.

Fermate dei mezzi pubblici e piste ciclabili

Nel progetto è previsto anche uno spostamento delle fermate dei trasporti pubblici rispetto all’asse stradale della Romea, "avvicinandoli ai centri urbani ed eliminando i rischi legati alla sosta dei mezzi a bordo della statale". Nella proposta è anche prevista la creazione di percorsi ciclopedonali che permettano di eliminare la distanza tra i territori a est e a ovest della strada esistente, in sicurezza.

Il raddoppio della sede stradale 

Con la realizzazione di una strada a due corsie per senso di marcia: un raddoppio da sviluppare con due ipotesi alternative di
allargamento: "la prima (ipotesi Ovest), realizza una nuova doppia corsia, ad ovest del Canale Novissimo, la seconda (ipotesi Est) vede l’allargamento della strada esistente verso la laguna".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ulss 3, la metà degli over 50 ha già aderito alla vaccinazione

  • Meteo

    Piogge in arrivo nel Veneziano

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento