menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Henri Rousseau: L’Incantatrice di serpenti; Otto Dix: Portrait of the Lawyer Hugo Simons

Henri Rousseau: L’Incantatrice di serpenti; Otto Dix: Portrait of the Lawyer Hugo Simons

Musei veneziani, il programma di tutte le esposizioni del 2015

L'anno si preannuncia ricco di iniziative di alto livello culturale, proposte da MUVE: c'è anche l'avvio di un progetto di catalogazione di tutte le collezioni

Tra grandi mostre, eventi e attività è un programma ricco e variegato quello che la Fondazione Musei Civici di Venezia ha messo a punto per il 2015. Lo hanno pensato il direttore Gabriella Belli, il consiglio di amministrazione presieduto da Walter Hartsarich, i curatori e i responsabili del sistema museale. Anche quest’anno viene data centralità al restauro e alla valorizzazione delle opere mobili, al restyling di alcune sedi oltre che alla produzione culturale nei campi della ricerca e della catalogazione del patrimonio.

È il caso in primis del museo del vetro, riaperto dal 9 febbraio con spazi espositivi raddoppiati, allestimenti e percorsi ridisegnati che consentono di cogliere con più chiarezza la millenaria avventura del vetro a Murano. Sono stati recuperati gli spazi delle ex-Conterie, antica fabbrica di perle di vetro ed esempio di archeologia industriale, divenute sede per ospitare anche mostre temporanee (come l’omaggio all’artista Luciano Vistosi, fino al 30 agosto). Di grande impatto è il progetto di restyling "Sublime Canova", che prevede il recupero della raccolta canoviana del museo Correr. I capolavori che la compongono, come i celebri marmi giovanili di Orfeo ed Euridice e Dedalo e Icaro, troveranno ora una nuova presentazione: un’operazione resa possibile grazie all’attività di mecenatismo di Venice Foundation con American Friends of Venice Foundation e il Comité Français pour la Sauvegarde de Venise.

Altra importante novità è l’avvio della collana dei cataloghi delle collezioni della fondazione, opera che richiederà anni per inventariare l'intero patrimonio artistico del Comune di Venezia dato in gestione alla fondazione: un'attività che sfocerà in una serie di esposizioni temporanee. La programmazione prevede una trentina di eventi in tutte le sedi museali: le grandi mostre, di tema storico, legate al XIX e XX secolo ma anche all’antico, gli appuntamenti di MUVE contemporaneo, la rassegna rivolta ai protagonisti dell’arte contemporanea e le mostre temporanee. Le attività si completeranno con una diversificata offerta didattica e formativa, finalizzata all'interazione tra il pubblico e i musei.

Il programma completo è disponibile sul sito di MUVE visitmuve.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento