Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Un proiettile in cella: il detenuto lo nascondeva dentro un calzino

Scoperta degli agenti della polizia penitenziaria nel carcere di Santa Maria Maggiore, nel corso di una perquisizione. Indagini della Procura in corso

Come sia arrivato là è ancora un mistero. Ma non può che destare una certa preoccupazione il ritrovamento di un proiettile all'interno di una cella di Santa Maria Maggiore, carcere di Venezia. Sarebbe successo, come riporta la Nuova Venezia, nel corso di un'ispezione di routine nella cella di uno dei detenuti: gli agenti della polizia penitenziaria lo avrebbero rinvenuto, inesploso, nascosto dentro un calzino.

Eppure le verifiche e gli accertamenti sul materiale destinato ai detenuti dovrebbero essere ferrei, proprio per impedire che nel penitenziario entrino oggetti proibiti o pericolosi. Ora bisognerà verificare cosa poteva farsene il detenuto di quel proiettile, e i motivi per cui lo ha ricevuto: è stata aperta un'indagine dal pubblico ministero, che cercherà di dare una risposta a questi quesiti, mentre il possessore dovrà rispondere di detenzione illegale di una parte di un'arma. Si cercherà di ottenere direttamente da lui queste informazioni, ma difficilmente vorrà fornirle. Il primo timore, naturalmente, è che da qualche parte possa esserci anche una pistola: le ricerche però, finora, non hanno portato a nulla del genere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un proiettile in cella: il detenuto lo nascondeva dentro un calzino

VeneziaToday è in caricamento