menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Italgas, via il pronto intervento notturno. Sindacati: "Città scoperta nelle emergenze"

L'azienda, secondo una nota unitaria dei sindacati, avrebbe comunicato dall'oggi al domani ai tecnici che da domenica primo ottobre l'orario di lavoro sarà solo giornaliero: "Grave"

"Il Veneziano si prepari a fare a meno del servizio di pronto intervento, in caso di guasti al gas, durante le ore notturne". Lo dichiarano i sindacati Filctem Cgil e Femca Cisl. L'azienda Italgas avrebbe infatti comunicato venerdì, ai propri operatori, che dal primo ottobre l'orario di lavoro sarà solo giornaliero.

"ITALGAS CAMBIA UNILATERALMENTE IL TURNO DI LAVORO"

"Già sotto l’aspetto formale Italgas ha messo in discussione tutti i dettami contrattuali e di corrette relazioni industriali - scrivono unitariamente le sigle sindacali - imponendo attraverso un ordine di servizio un cambio di orario. Ma la cosa che più preoccupa è che il nuovo riassetto di reperibilità va ad intaccare seriamente l’aspetto della sicurezza sul territorio. La cancellazione del pronto intervento allunga le tempistiche rispetto a quello che oggi l’attuale organizzazione del lavoro garantisce in applicazione alle norme di legge che prevedono l’arrivo sul posto degli operatori entro un’ora dalla chiamata di emergenza".

OPERATORI NON PIU' PRESENTI IN CENTRO STORICO

Il Pronto intervento finora ha garantito la presenza in centro storico di almeno quattro lavoratori pronti ad intervenire. Con la nuova organizzazione, imposta dall’azienda, in caso di necessità gli operatori devono partire dalle proprie abitazioni "col notevole allungamento dei tempi di intervento a discapito della sicurezza degli utenti. La particolarità del territorio veneziano non permette sicuramente sconti o facili risparmi sulla sicurezza a discapito di migliaia di utenti e col rischio del moltiplicarsi di incidenti".

"I lavoratori e le organizzazioni sindacali  - concludono le sigle - chiedono un tempestivo intervento del Comune di Venezi, in qualità di affidatario della concessione, al Prefetto, a garanzia della sicurezza del territorio e ai vigili del fuoco, strettamente legati al pronto intervento, per bloccare questa operazione che noi consideriamo dannosa per la salute e la sicurezza dei cittadini veneziani".

LA REPLICA DELLA SOCIETA'

"Con la nuova organizzazione le attività di pronto intervento continueranno a essere presidiate 24 ore su 24 nel rispetto dei protocolli di sicurezza e degli standard imposti dall’Autorità per l’energia - replica in una nota Italgas - La nuova organizzazione risponde all’obiettivo di garantire l’ulteriore miglioramento dei livelli di qualità del servizio ai cittadini attraverso un percorso che porterà a uniformare processi e procedure già applicati da anni con successo negli oltre 1.400 Comuni in cui Italgas opera".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento