Cronaca Zelarino / Via Paccagnella

Black out al pronto soccorso di Mestre, telefoni e terminali muti

I problemi All'Angelo si sarebbero verificati per tre volte tra il pomeriggio e la sera di lunedì. Interrogazione al sindaco di un consigliere Pdl

L'ospedale Dell'Angelo

Pronto soccorso isolato. Telefoni e terminali muti. Questo il problema che, secondo quanto riporta il Gazzettino, ha attanagliato gli operatori dell'ospedale All'Angelo di Mestre lunedì pomeriggio. Per tre volte, infatti, alle 17, alle 18 e alle 20, il sistema è andato in black out. I sanitari, però, sono riusciti comunque a raccapezzarsi nonostante dai computer fossero sparite le fatidiche "liste" in cui si tiene traccia di esami e risultati delle terapie che vengono assegnate a ciascun paziente.

I primi due "blocchi" sarebbero durati circa un quarto d'ora ciascuno, poi la situazione è tornata alla normalità. Il terzo, e ultimo, sarebbe invece durato circa un'ora. Con una ventina di persone in sala d'attesa che quindi non si poteva sapere, per esempio, se fosse stato assegnato loro un codice bianco o un codice giallo. I nuovi arrivati venivano registrati su carta, e non hanno avuto problemi. Il consigliere del Pdl Luca Rizzi ha già presentato una interrogazione in Congilio comunale al sindaco Giorgio Orsoni chiedendo lumi sull'accaduto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Black out al pronto soccorso di Mestre, telefoni e terminali muti

VeneziaToday è in caricamento