menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una volante del commissariato di Marghera

Una volante del commissariato di Marghera

Uomini derubati della collana in auto dalle prostitute, 4 denunce

Due i "colpi" accertati. L'identificazione è stata possibile grazie al racconto delle vittime alla polizia, che sospetta ce ne siano altri taciuti

Quello che poteva sembrare un furto "isolato", ora non lo sembrerebbe più. Si inserirebbe all'interno di una pratica "diffusa", almeno secondo gli inquirenti. Quattro le prostitute di nazionalità bulgara ed etnia rom denunciate per furto in concorso dagli uomini del commissariato di Marghera, dopo la vicenda raccontata agli agenti da un 57enne dell'hinterland mestrino: l'8 aprile l'uomo, dopo qualche resistenza, aveva offerto un passaggio a quattro giovani donne che gli avevano chiesto aiuto per raggiungere Ca' Emiliani.

A un certo punto, però, nel parcheggio del centro commerciale Leroy Merlin, il "blitz" a sfondo sessuale delle giovani, rifiutato dal malcapitato. L'obiettivo delle prostitute era con ogni probabilità un altro: la sera, portandosi la mano al collo, il 57enne si era accorto che gli era stata strappata di dosso una collana d'oro con tre medaglioni. Valore totale oltre 500 euro. L'indomani la denuncia al commissariato di via Cosenz.

La notizia esce, riportata dalla stampa, ed entro 24 ore un altro uomo raggiunge il commissariato per raccontare una disavventura simile. Il 1 aprile viene avvicinato da una prostituta di nazionalità bulgara che gli chiede un passaggio mentre si trova in un bar di via Fratelli Bandiera. La solita opera di convincimento e subito dopo di "materializza" un'altra giovane. Entrambe salgono nell'auto della vittima alla volta di Mestre. Anche in questo caso il copione è il medesimo. Palpeggiamenti e provocazioni a sfondo sessuale. Poi l'arrivo vicino a una rotatoria di corso del Popolo. L'esito del "viaggio"? Collanina strappata e probabilmente rivenduta subito dopo a un compro oro.

Gli inquirenti sono convinti che altri casi del genere si siano verificati negli ultimi tempi, che però rimangono nascosti per paura che poi familiari o conoscenti possano sospettare di frequentazioni poco edificanti. Il sospetto è che le quattro denunciate (tre del furto dell'8 aprile, una del 1 aprile) oltre all'attività di prostituzione possano fare la spola tra Mestre e Marghera derubando così ignare vittime durante un passaggio in auto. Gli agenti del commissariato sono riusciti a recuperare collana e medaglioni del 57enne: il tutto era stato consegnato dopo poche ore a un compro oro di Mestre (sono in corso verifiche su questo tipo di esercizi). Ora, questo è un primo risultato, le quattro prostitute forse per paura di una misura cautelare nei propri confronti sarebbero sparite dalla circolazione. Sono tutte tra i 24 e i 34 anni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ulss 3, la metà degli over 50 ha già aderito alla vaccinazione

  • Meteo

    Piogge in arrivo nel Veneziano

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento