menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Massimo 20 anni, niente protezioni Ecco cosa si cerca dalle prostitute

I clienti le vogliono giovanissime, il Comune di Jesolo intensifica i controlli: alcune ora denunciano gli sfruttatori e tornano in patria

Vent’anni al massimo, ovviamente di bella presenza, quasi sempre provenienti dall’Est Europa. Soprattutto da Ungheria e Bulgaria. E’ l’identikit delle prostitute sfruttate ogni sera nelle strade di Jesolo, il Comune intensifica controlli e operazioni di contrasto per arrestare un fenomeno che sta dilagando e preoccupando. Come riporta Il Gazzettino, le ragazze in strada sono sempre più giovani perché questo è ciò che cercano i clienti. Molti, inoltre, sono disposti a pagare di più per avere un rapporto senza protezioni.

E le autorità, come rispondono? Da una parte c’è la Polizia locale, con ripetuti controlli e almeno una decina di sanzioni ogni weekend, dall'altra è stato avviato un importante piano di recupero delle ragazze dalla strada. Le “lucciole” si trovano soprattutto lungo via Roma destra, dalla rotonda Picchi fino al ponte con il Comune di Cavallino. Gli operatori intervengono per parlare con le ragazze e inserirle in un programma per il rientro in patria. Non è sempre facile, anzi, perché le giovani hanno il terrore dei “padroni” del racket.

Ma il Comune di Jesolo punta forte sull’attività degli operatori, a cui è ovviamente affidato un compito di grande delicatezza e sensibilità. Alle ragazze vengono quindi fornite informazioni, cercando di aiutarle ad uscire dallo sfruttamento, proponendo progetti assistiti per abbandonare la strada e denunciare i propri sfruttatori. Qualcuna finalmente ha accettato di farsi una nuova vita. “L'obiettivo è quello di continuare un'azione di monitoraggio con unità di strada specializzate parallela all'attività delle forze dell'ordine – ha spiegato spiega l'assessore ai Servizi sociali, Roberto Rugolotto -. Non è un caso il fatto di aver chiesto una collaborazione al Comune di Venezia che affronta questo problema da diversi anni”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento