menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Avvicinano coppia di prostitute in bici, poi le rapinano con la pistola

L'aggressione nella notte tra venerdì e sabato sulla "Triestina" a Musile di Piave. Vittima due lucciole di nazionalità nigeriana. Bottino magro

Si trovavano sulla strada statale "Triestina". Come ogni sera, come ogni notte. Nonostante il freddo pungente, infatti, il mercato del sesso a pagamento non si ferma. Tra il viavai dei clienti, però, due donne di nazionalità nigeriana verso l'1.30 sono state avvicinate anche da una coppia di rapinatori. Una strana aggressione quella della notte tra venerdì e sabato: i malviventi, infatti, sono entrati in azione a Musile di Piave raggiungendo la coppia di lucciole in bicicletta. Una scena difficile da immaginare, tanto più che si muovevano su una statale.

Non hanno nemmeno tentato di simulare il fatto di essere clienti, ma il fatto di avere il volto nascosto dai passamontagna aveva già allarmato le vittime. Uno dei due criminali, secondo le derubate, ha quindi estratto una pistola intimando loro di consegnare quanto avevano nelle borsette. Un bottino piuttosto povero, poco più di duecento euro totali. Questo è ciò che avevano da offrire.

Arraffati i contanti, i malviventi hanno spinto sui pedali facendo perdere le proprie tracce in pochi istanti. Del resto tutto attorno era buio, impossibile quindi sapere dove i delinquenti siano fuggiti. Sul posto subito dopo sono intervenuti i carabinieri, che hanno raccolto la testimonianza delle due sventurate. Non ci sarebbero, per ora, testimoni o automobilisti in transito che avrebbero però assistito alla scena.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento