rotate-mobile
Cronaca

Imu quanto mi costi: la protesta degli agricoltori raggiunge la Prefettura

Stamattina alle 11 una delegazione di Cia Venezia, Confederazione italiana agricoltori, ha incontrato il prefetto Domenico Cuttaia. Il presidente Quaggio: "Senza soluzioni falliranno in tanti"

La protesta degli agricoltori arriva fino alla Prefettura di Venezia. Alle 11, infatti, una delegazione provinciale della Cia, Confederazione italiana agricoltori, ha incontrato il prefetto Domenico Cuttaia per chiedere l'intervento del governo sull'Imu per i fabbricati e i terreni agricoli. Il pagamento della tassa su serre di elevata superficie o su altre costruzioni utilizzate nel settore primario provocherebbe infatti, secondo la confederazione, un aggravio molto pesante per gli imprenditori agricoli veneziani. In più le rimostranze della confederazione hanno riguardato anche l'aumento del costo dei carburanti e dei costi produtti, "divenuti ormai sostenibili", dichiara l'associazione.

La richiesta è che venga rimodulata la tassazione sui fabbricati rurali e sull’aumento degli estimi catastali sui terreni agricoli. Stalle, magazzini e serre sono uno strumento di lavoro indispensabile per permettere all’agricoltore per svolgere la propria attività produttiva. Altrimenti il rischio è di un "salasso" da circa 150 milioni di euro in Veneto, con un aumento che può raggiungere un +1500% rispetto alla vecchia Ici.

Il Consiglio regionale del Veneto lo scorso 8 febbraio, con un ordine del giorno approvato all’unanimità, ha chiesto un’azione comune affinché il governo modifichi l’attuale modulazione dei moltiplicatori prevista per i terreni agricoli. E l’Anci, l’Associazione dei Comuni italiani, ha rivolto la richiesta ai Comuni di applicare per l’imposta municipale sugli immobili l’aliquota più bassa, in maniera da non penalizzare l’attività agricola.


"Nonostante il confronto sull’Imu rimanga aperto – spiega il presidente di Cia Venezia Paolo Quaggio – resta alta la preoccupazione. Con l’aumento dei prezzi dei petroliferi alla pompa, con il gasolio agricolo che segna un rincaro negli ultimi due anni del 130%, con l’accisa sul gasolio pari a 330 euro ogni mille litri e ora con l’Imu, è stato stimato un aumento medio dell’imposta del 400%: il che vuol dire il fallimento di moltissime aziende agricole".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imu quanto mi costi: la protesta degli agricoltori raggiunge la Prefettura

VeneziaToday è in caricamento