rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Cronaca

I lavoratori di Tom tornano a manifestare: «Da mesi senza stipendio»

Hanno sfilato sabato mattina davanti all'azienda di Santa Maria di Sala

«Stipendi in arretrato, cassa integrazione che non arriva, nessuna certezza e nessun accordo»: al megafono i dipendenti del centro moda Tom di Santa Maria di Sala hanno ribadito i temi principali di una crisi lavorativa che va avanti da tanto tempo e che si è aggravata con l'epidemia Covid. Hanno manifestato, di nuovo, incontrandosi alle 10 di sabato mattina davanti allo store e marciando lungo la strada regionale Noalese.

«Né stipendio né cassa integrazione»

Valentina Callegari, Rsa Uil Treviso, ha riepilogato: «Tom Village non ha mai più aperto da marzo. È stata operativa, per alcune settimane, la società in affitto di ramo d'azienda Clt, che comprende 70 addetti su 170. Li ha chiamati a lavorare, bloccando loro la cassa integrazione». Il risultato: «Alla fine questi lavoratori non hanno percepito né la cassa integrazione, né lo stipendio». «In questo momento - conclude - sono tutti fermi, e tra Tom e Clt sono in corso dispute legali».

Protesta dei lavoratori di Tom

Concordato aperto in tribunale

Risulterebbe ancora in sospeso il tema del concordato, uno strumento che consente all'imprenditore in stato di crisi o insolvenza di presentare un piano ai creditori, per evitare il fallimento, con garanzie di continuità aziendale o vendita del patrimonio. «Siamo in attesa di riscontro dal giudice - ha spiegato la rappresentante dei lavoratori -. C'era la presentazione del concordato preventivo mercoledì, ma da quel che sappiamo il tribunale si è preso ancora qualche giorno per studiare alcune integrazioni».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I lavoratori di Tom tornano a manifestare: «Da mesi senza stipendio»

VeneziaToday è in caricamento