menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo la Mostra del Lido la protesta raggiunge anche la Regata Storica

I sindacati in corteo al Lido per l'apertura del Festival del Cinema, poi l'attenzione si sposterà sull'evento della domenica successiva

Non solo i dipendenti del Comune di Venezia replicheranno la protesta del Lido di Venezia in occasione dell'inaugurazione della Mostra del Cinema di Venezia, ma nel loro mirino finisce anche la Regata Storica. Evento "veneziano" se ce n'è uno, e anche quello trasmesso in diretta tv. Per questo motivo i rappresentanti dei lavoratori, in fronte unitario, hanno annunciato per domenica un presidio davanti a Ca' Farsetti durante la tradizionale manifestazione veneziana.

Dodici mesi fa la sede comunale venne tappezzata di striscioni con scritti slogan contro il commissazio Vittorio Zappalorto: "Ora è innegabile che la situazione sia ulteriormente peggiorata con il sindaco Luigi Brugnaro - dichiarano a una voce sola Sergio Chiloiro, segretario generale Funzione Pubblica Cgil Venezia e Daniele Giordano, segretario generale Funzione Pubblica Cgil Veneto - Non solo si è deciso il taglio della parte variabile del fondo per la contrattazione integrativa, ma rimane ancora allo stato attuale altamente probabile, anche per il 2015, il mancato rispetto del Patto di Stabilità con la totale incertezza sulla possibile attenuazione delle penalizzazioni. Il tutto complicato dalla mancanza di volontà del nuovo sindaco e della Giunta di confrontarsi e di interloquire con le rappresentanze sindacali e dei lavoratori".

Insomma, il braccio di ferro continuerà anche dopo il corteo del 2 settembre, quando al Lido di Venezia i dipendenti comunali sfileranno fino al palazzo del Cinema per far sentire la propria voce e per consegnare un documento condiviso al presidente della Repubblica Sergio Mattarella (DETTAGLI). Iniziative che vedranno tutti i sindacati impegnati in mobilitazioni unitarie anche contro l'armamento della polizia municipale e la nuova gestione del Corpo attuata dal comandante Marco Agostini: "Si armano i vigili senza alcuna considerazione sulla sicurezza personale degli operatori - si legge in un documento unitario firmato da Cgil Funzione Pubblica, Cisl Fp, Csa, Cobas, Diccap e Uil Fpl - Mancano una organizzazione efficace del lavoro, disposizioni operative, chiarezza sui compiti e ruoli. L’ultima presa di posizione indignata - continuano i rappresentanti dei lavoratori - riguarda gli attacchi inqualificabili lanciati dall’amministrazione direttamente alle pattuglie al lavoro sul territorio e sui social, che offendono gratuitamente la dignità personale e professionale delle lavoratrici e dei lavoratori di questa amministrazione".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento