Ritorno alla base: i profughi "ribelli" che hanno rifiutato le nuove destinazioni sono a Conetta

Si tratta dei 6 richiedenti asilo che sabato hanno chiesto nuova ospitalità a Mira non volendo pernottare nelle strutture indicate dalla Prefettura. Lunedì assemblea e possibile marcia bis

Hanno detto di no a Conetta e di no alla sistemazione alternativa trovata loro dalla Prefettura. Ora sono tornati al punto di partenza, nonostante durante la marcia di protesta della scorsa settimana la definissero un "inferno". Alla fine hanno avuto ragione loro: si tratta dei 6 richiedenti asilo che a sorpresa nella giornata di sabato, dopo aver trascorso la notte a Mira, avevano rifiutato di essere ospitati tra la sede della Croce Rossa di Jesolo e l'ex caserma Serena, nel Trevigiano, ed erano tornati a bussare alla porta dei patronati della Riviera del Brenta, dopo la decisione del patriarca Moraglia di aprire le porte delle strutture diocesane. Evidentemente la Prefettura non ha avuto il tempo sufficiente per trovare soluzioni alternative e ha disposto il ritorno a Conetta, anche perché l'oratorio di Gambarare di Mira in cui si trovano ancora 18 reduci dalla marcia non ha spazio sufficiente per accogliere ulteriori persone. A Mira la mattinata di domenica è trascorsa tranquilla: c'è stato qualche migrante che è andato a Messa e qualcun'altro che ha praticato il rito islamico, altri che invece si sono dati da fare per pulire patronato e spazi comuni. Lunedì anche per loro scatterà il trasferimento. 

Possibile nuova marcia? 

Nonostante la cooperativa sociale Edeco avesse chiesto che non si verificassero ritorni alla base, si è dunque fatta di necessità virtù. Le tessere magnetiche che servono per controllare gli accessi dei 6 nel frattempo erano state smagnetizzate (dopo 3 giorni di inutilizzo questo avviene automaticamente), quindi sono in corso le pratiche burocratiche con Ca' Corner per riattivarli. Ma serviranno? E' possibile infatti che lunedì possa scattare un'altra marcia "per la dignità" con conseguente fuoriuscita di richiedenti asilo. Tra i 6 giovani tornati al campo, uno avrebbe già dichiarato la volontà di andarsene di nuovo. Gli altri, invece, se ne staranno tranquilli. Non intendono riprovare ancora la lotteria. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Assemblea lunedì 

Lunedì è prevista un'assemblea indetta dal sindacato Usb che dovrebbe aver luogo nella piazza di Conetta. Secondo gli attivisti la battaglia per assicurare condizioni di vita migliore ai migranti è solo all'inizio e quella di pochi giorni fa è stata solo una tappa di un cammino che potrebbe di nuovo avere come destinazione Venezia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Addio ad Ambra, morta a 31 anni

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti di oggi

Torna su
VeneziaToday è in caricamento