menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comunali contro l'amministrazione: rifiutato versamento dei compensi per produttività

Circa 600 euro dovevano andare nelle buste paga dei dipendenti pubblici, ma insieme al sindacato loro chiedono di non ricevere la somma "per gravi vizi di legittimità"

Un'estrema forma di protesta è quella che i dipendenti comunali, assieme al sindacato, hanno deciso di intraprendere contro l'amministrazione: il rifiuto del versamento a titolo di premio di produttività individuale, dei 600 euro medi di stipendio accessorio.

L'organizzazione di rappresentanza sindacale Diccap, commenta: "Il processo di valutazione degli addetti inizia a marzo del 2017, ovvero a un anno di distanza dai termini prefissati dal Regolamento della performance. Nessun obiettivo assegnato, saltati i colloqui intermedi, con una valutazione fatta da dirigenti a tavolino, senza una vera valutazione del lavoro e delle prestazioni dei lavoratori.
Un 'pasticcio' che distribuisce risorse pubbliche, circa un milione e 700 mila euro, senza il rispetto delle regole di trasparenza e di oggettività degne di una pubblica amministrazione e nemmeno delle regole del Comune stesso. Una vergognosa messinscena a posteriori che offende il lavoro e la professionalità dei dipendenti, così le lavoratrici e i lavoratori hanno aderito all'iniziativa promossa dal sindacato, chiedendo all'amministrazione comunale di non liquidare i 600 euro medi spettanti".

Il rifiuto, come spiega Diccap, servirebbe a dimostrare come i dipendenti chiedano equità prima di tutto: "Si abbia rispetto del lavoro e dei lavoratori, dell'amministrazione pubblica e dei cittadini. No ad una simile farsa. Intervenga il segretario generale e gli organi deputati al controllo. Non ci fermeremo in questa che consideriamo una battaglia per avere giustizia e trasparenza. Andremo avanti fino in fondo. Anche oggi decine di diffide si sono aggiunte alle già numerosissime dei lavoratori che hanno aderito all'iniziativa, rinunciando alla somma dei 600 euro".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento