menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Proteste dei comitati per il nuovo palacinema che non c'è. Ma costato 40 milioni

Ambientalisti hanno manifestato questa mattina davanti al piazzale del Casinò al Lido di Venezia dove con l'asfalto è stato da poco ricoperto il 'buco' lasciato dagli scavi del cantiere

Un sit-in di protesta è stato attuato stamane dai comitati ambientalisti del Lido di Venezia davanti al piazzale del Casinò dove con l'asfalto è stato da poco ricoperto il 'buco' lasciato dagli scavi del cantiere per quello che doveva essere il nuovo PalaCinema, progetto abbandonato per mancanza di fondi. I rappresentanti del Coordinamento delle Associazioni ambientaliste ed il Comitato Marinoni hanno esposto striscioni e cartelli per ricordare che il piazzale asfaltato è il risultato "di una brillante operazione che ha comportato la distruzione di una pineta, la demolizione della scalinata del Casinò, la gettata di un coperchio di cemento armato sui resti del forte austriaco delle Quattro Fontane e la spesa di ben 40 milioni di euro, senza realizzare alcun Nuovo Palazzo del Cinema e dei Congressi". I dimostranti chiedono in sostanza al Comune di fare chiarezza sul destino di quest'area. Alcuni manifestanti si sono infine affiancati, componendo con dei cartelli la scritta "Vergogna".

(ANSA)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento