menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavoratori di Coin Excelsior nel baratro, sede "occupata": "Chiediamo un futuro" | FOTO

L'iniziativa lunedì mattina: 24 ore più tardi il Tribunale deve decidere se concedere una proroga allo sfratto intimato dalla proprietà: "Abbiamo tutti famiglia e mutui da pagare"

Hanno "occupato" pacificamente la sede di Coin Excelsior a Venezia in vista della sentenza del Tribunale prevista per martedì che potrebbe decretare i titoli di coda per una realtà storica di Venezia, presente da decenni in città. L'iniziativa lunedì mattina è stata dei dipendenti dell'esercizio, specie la trentina che già hanno ricevuto le lettere di licenziamento collettivo: "Non sappiamo quale sarà il nostro destino", hanno spiegato, sottolineando di avere tutti famiglie da mantenere e, magari, mutui da pagare.

Guerra sull'affitto

La querelle è nota: la proprietà dell'immobile chiede un affitto di circa 3 milioni di euro, a fronte di un canone fino ad ora pagato di 600mila euro. Le trattative per arrivare a un compromesso fino a questo momento non hanno portato a risultati e per questo motivo sono partite le lettere. Un atto dovuto.

Decisione del Tribunale

I lavoratori hanno raccolto la vicinanza di residenti e clienti, ma guardano con preoccupazione a quanto potrebbe accadere martedì: la loro speranza è che il giudice conceda una proroga allo sfratto. Dopodiché venerdì è previsto un nuovo incontro in Regione, alla presenza anche dei rappresentanti del Comune, per trovare una via d'uscita all'impasse.  
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento