menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Rettore ha intimato lo sgombero, studenti si oppongono: "Degrado"

L'oggetto del contendere sono le residenze di Calle dei Guardiani, che potrebbero ospitare circa 50 studenti. Il Lisc contro le scelte di Ca' Foscari

Polemiche contro Ateneo e rettore. Sono quelle portate avanti dal collettivo universitario Lisc, secondo cui la politica residenziale della nuova amministrazione Ca' Foscari sarebbe intrisa di degrado e speculazione. La prima scelta a far aspramente discutere è l'avviso del rettore Michele Bugliesi, ritrovato affisso al portone d'ingresso di Ca' Tortuga, l'edificio di calle dei Guardiani, occupato dagli studenti: "Si intima di procedere immediatamente al rilascio dell'unità abitativa situata al secondo piano entro il 24 ottobre". Un messaggio chiaro, che si aggiunge a quanto approvato dal recente CdA cafoscarino: "Il Rettore propone di richiedere alla forza pubblica lo sgombero dei soggetti estranei che abusivamente hanno occupato l’unità immobiliare e in relazione alla quale è stato già presentato l’esposto alla procura della Repubblica nei confronti di ignoti sopra citato".

Ma il collettivo non ci sta, e promette "battaglia". I membri del Lisc, infatti, spiegano come Bugliesi abbia ricordato che il complesso occupato sia di proprietà dell'università, in quanto donato nel 1969 dal Comune di Venezia, e costituito dagli impinati sportivi del C.U.S. e da un edificio a destinazione residenziale. "Eppure di destinazione residenziale da rivolgere ai meritevoli studenti -  - spiegano in nota gli attivisti - nemmeno l'ombra. Ancora 6 appartamenti che potrebbero ospitare comodamente una cinquantina di studenti nella città più cara d'Italia sono lasciati all'abbandono, degrado e sporcizia. Complimenti!". Per gli studenti si tratta di abbandono senza alcun tipo di presidio, mentre per l'ateneo si tratta semplicemente di una situazione temporanea, dovuta ad una fase di trasloco: l'edificio, infatti, è la sede storica del dipartimento di Scienze ambientali, ora trasferito in via Torino, a Mestre.

"Forse - continuano gli esponenti del collettivo - l'Amministrazione cafoscarina pensa che un refresh di immagine arriverà dalla realizzazione del campus d'eccellenza in progetto nel cuore del quartiere universitario di Santa Marta, cioè proprio dove vive e resiste l'anomalia urbana di CàTortuga". Gli studenti puntano il dito contro la scelta dell'amministrazione di affidare i lavori allo stesso gruppo che si è occupato della realizzazione della residenza Crociferi, che "non si è certo dimostrato un esperimento virtuoso". "Pare quantomeno sospetto - rincarano - che venga affidato un progetto da 40 milioni di euro alla SGR, controllata da gruppo Caltagirone, Monte dei Paschi di Siena e in quota di minoranza da Caltagirone junior, quando ancora l'incompiuto progetto immobiliare ExScalera rappresenta un vero e proprio scandalo cittadino".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento