Cronaca Murano

Attività artigianali, un protocollo per valorizzare le opere veneziane

Firmato da Comune, Provincia, Regione, consumatori e associazioni di categoria. L'obiettivo è salvaguardare vetro, maschere e merletti

Enti, associazioni di categoria e associazioni dei consumatori fanno quadrato: firmato lunedì mattina l’accordo per la tutela delle attività artigianali veneziane. I cardini di questo “Protocollo d'intesa per la tutela e la salvaguardia del vetro di Murano, dei merletti di Burano, delle maschere veneziane e delle conterie e vetro a lume prodotti a Murano e Venezia” saranno il crescente impegno per la lotta contro la contraffazione e la valorizzazione della produzione artigianale veneziana.

L’accordo è stato sottoscritto a Murano dall'assessore al Commercio e Attività produttive del Comune di Venezia Carla Rey, dall'assessore regionale alla Tutela del Consumatore Franco Manzato, dal segretario generale della Camera di Commercio Roberto Crosta, dal presidente del Consorzio Promovetro Luciano Gambaro, ma pure associazioni dei consumatori del Veneto, Confartigianato Cna e Casartigiani.

“Oggi siamo qui – ha dichiarato Rey - per ricordarci quale patrimonio inestimabile abbiamo in città, perché quando parliamo di produzione artigianale parliamo in realtà di attività, di arti e mestieri che fanno parte della storia di Venezia e necessitano di essere tutelate non solo per la loro valenza economica, ma anche per le ricadute che hanno in ambito culturale e sociale. Se si perde l'anima produttiva di un luogo, infatti, si rischia di non riuscire più a tenerlo in vita.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attività artigianali, un protocollo per valorizzare le opere veneziane

VeneziaToday è in caricamento