menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovo test superato per il tram a Venezia: ora mancano due prove

La partenza alle 23.15 di martedì con poco preavviso per evitare proteste. Tre i giri compiuti dal "siluro". A primavera l'inizio del servizio

La nuova prova tecnica che prelude all'arrivo del tram a Venezia è andata in scena nella notte tra martedì e mercoledì, con poco preavviso. Verso le 18 la decisione di "mettere in moto" il convoglio e dopo qualche ora partire alla volta della laguna. Anche per evitare proteste come quelle della settimana scorsa con alcune decine di ciclisti che hanno scortato il siluro fino ai Pili, andando a passo d'uomo.

L'iniziativa per chiedere una viabilità sicura anche per gli amanti delle due ruote fino in laguna, visto che per raggiungere la pista ciclabile sul ponte della Libertà fino a questo momento i ciclisti saranno costretti a percorrere un tratto di via della Libertà, tra mezzi pesanti e automobilisti che sfrecciano a una certa velocità. Un tratto molto pericoloso per chi si trova in sella a una bici.

Fatto sta, dunque, che il tram è partito da piazzale Cialdini alle 23.15 per poi raggiungere il capolinea di piazzale Roma tra i venti e i venticinque minuti più tardi. Andatura non troppo elevata: 30 chilometri all'ora costanti. E nessun problema di sorta. Una volta arrivati al terminal automobilistico lagunare, sul siluro sono saliti i tecnici di Pmv e Actv, soddisfatti per la buona riuscita della prova. Dopodiché il ritorno fino a piazzale Cialdini. Il tram ha sempre viaggiato pressoché vuoto, per testare l'alimentazione elettrica della linea ed eventuali criticità presenti sul percorso.

Poi sono stati effettuati altri due giri sul Ponte della Libertà fino a piazzale Roma, con l'obiettivo di testare l'accostamento alle fermate del convoglio. Nei prossimi giorni, sempre seguendo le direttive del ministero dei Trasporti, dovranno essere eseguite ulteriori due prove, entrambe ad andatura normale di 70 chilometri orari. La prima con il convoglio vuoto, la seconda carico d'acqua. A simulare il peso medio dei passeggeri a bordo. Se tutto andrà bene a primavera dovrebbe iniziare infine il servizio normale di trasporto pubblico.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    L'annuncio di Zaia: «È ufficiale, il Veneto da lunedì in zona arancione»

  • Politica

    Affidato all'Europa il salvataggio delle dune degli Alberoni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento