Proseguono le prove di sollevamento del Mose

Oggi tocca al tratto di San Nicolò, a sud dell'isola artificiale alla bocca di porto del Lido. I test vanno avanti con cadenza regolare. La ministra De Micheli ha detto che «la prima prova è andata bene»

Sono riprese stamattina, alla bocca di porto del Lido, le prove di sollevamento delle paratoie del Mose di Venezia. Si tratta del primo test del 2020, e riguarda l'intera barriera composta di 20 dighe mobili nella parte a sud, tra l'isola artificiale al centro del canale e San Nicolò del Lido. La durata complessiva della prova è di otto ore circa, dalle 8 alle 16 di oggi.

È in programma una replica il 3 marzo prossimo, dopodiché i test dovrebbero proseguire a cadenza regolare secondo un calendario concordato tra il Consorzio Venezia nuova e la capitaneria di porto. Al test di oggi assiste il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, che già il 3 dicembre scorso aveva osservato la precedente prova a Malamocco, anche nella sua veste di commissario straordinario per l'acqua alta. «Dimostreremo al mondo che l'opera funziona - ha scritto -. In gioco c’è la credibilità del Paese».

Anche la ministra Paola De Micheli ha parlato del Mose, dicendo che «stanotte la prima prova sul Mose è andata bene» e che «se si ripresenterà l'emergenza potremo alzare le paratie» per contrastare l'acqua alta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Identificato un corpo trovato nel Piave: è Mattia Bon, scomparso l'estate scorsa a Sappada

  • Schianto a Caltana, morta una ragazza di 25 anni

  • Grosso giro di prostituzione in due locali: prestazioni fino a 1500 euro a notte, 5 persone in arresto

  • Ladri in fuga sui tetti, braccati con l'elicottero e catturati

  • Un morto sui binari a Porto Marghera

  • 57enne muore soffocato da un pezzo di torta

Torna su
VeneziaToday è in caricamento