menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ulss 3: ricoveri in continua crescita, «e le scuole ci danno un grosso da fare»

Punto stampa sulla situazione di contagi e ricoveri nel territorio dell'azienda sanitaria Serenissima. Negli ultimi giorni effettuati oltre 1500 tamponi negli istituti scolastici. E i contagi sono in aumento

Le folle che si sono viste nei centri città nel weekend avranno un riscontro sul fronte dei contagi a partire dalla prossima settimana. Con questa considerazione il direttore generale dell'Ulss 3 Giuseppe Dal Ben ha introdotto questa mattina la conferenza stampa per fare il punto sulla situazione di circolazione del virus e ricoveri nel territorio di competenza dell'azienda sanitaria Serenissima. «Se non ce la mettiamo tutta, - ha sottolineato - non ce la facciamo a uscire facilmente da questa storia. Stiamo percorrendo un binario molto pericoloso, negli ultimi mesi il numero dei decessi ha subito un'impennata. Si sta sottovalutando in maniera irresponsabile la presenza del virus».

Aumentano positivi e ricoveri

La situazione, è innegabile, è molto delicata. Ogni 10mila abitanti ci sono 140 nuovi positivi al virus al giorno nella provincia di Venezia. Secondo Dal Ben, per arrivare ad una situazione di tranquillità, il valore dovrebbe scendere in modo sensibile, assestarsi attorno ai 30 casi, «che sarebbero comunque troppi».

I nuovi positivi continuano ad aumentare, seguendo una progressione ad altalena. Se con il picco del 4 dicembre, con 514 nuovi casi, si pensava di aver raggiunto la punta massima di questa seconda ondata di contagi, dopo dieci giorni di assestamento, domenica è arrivata la doccia fredda: più 569 casi. E di conseguenza, anche la tendenza ai ricoveri è in aumento, in questo caso seguendo però un trend costante: nello specifico, sono 339 le persone attualmente ricoverate in condizioni severe, 34 quelle in situazione critica, e quindi in terapia intensiva, 31 quelle intubate. Sommando i pazienti con sintomatologia più lieve, ne esce un quadro complessivo di 428 persone ricoverate negli ospedali dell'Ulss 3, 382 in reparto e 46 in terapia intensiva.

Scuole e case di riposo: il punto

Sul fronte delle case di riposo confermato il dato peggiorativo rispetto all'ondata primaverile: se al 14 aprile, giorno della punta massima, si registravano 315 ospiti positivi e 34 ricoverati, oggi sono 508 quelli contagiati, con il numero dei ricoveri pressoché stabile (35). La percentuale dei positivi, quindi, è passata dal 9 al 16,3%. Lo stesso vale anche per gli operatori: oggi hanno contratto il virus il 7,2%, contro il 3,8 della prima ondata.

«Le scuole continuano a darci un grande lavoro, - ha spiegato quindi Dal Ben - domenica siamo intervenuti in 31 scuole, ieri in altre 22». In totale, nelle due giornate, sono stati effettuati circa 1500 tamponi e tutta l'attività di tracciamento dei contatti necessaria. Ad oggi, questo il quadro relativo alle scuole:

  • classi interessate 132, 942 da inizio anno
  • alunni positivi 73, 762 in totale da settembre
  • alunni in quarantena 364 (dato progressivo sale a 4376)
  • docenti attualmente positivi 60 (335)
  • docenti in quarantena 27 (371)
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento