Auto sospetta segnalata dai residenti: pusher inseguito e bloccato, girava con un etto di coca

Un ragazzo di 20 anni è stato arrestato dai carabinieri di San Donà nella serata di giovedì: lo hanno atteso al varco, basandosi sulle descrizioni fornite dagli abitanti del posto

Un pusher arrestato in seguito alle segnalazioni dei residenti di via Basso, a San Donà. I carabinieri del nucleo operativo radiomobile della compagnia locale si sono appostati all'ingresso della strada nella serata di giovedì, attendendo che il sospetto si facesse vivo. In effetti poco più tardi è sopraggiunta una Citroen di colore scuro, ovvero proprio la macchina che gli abitanti avevano descritto alle forze dell'ordine.

Droga nell'auto

L'auto si è fermata in un piccolo spiazzo, sostandovi alcuni minuti per poi riprendere la marcia in direzione Grassaga: qui, ad attendere il sospetto, c'era un'altra pattuglia dell’Arma, che ha intimato l'alt al conducente. Il giovane alla guida ha tentato una vana fuga, subito raggiunto e bloccato all’imbocco di via Martiri delle Foibe. Dopodiché è stato condotto alla caserma per essere sottoposto a perquisizione. A quel punto sono saltate fuori le sorprese: in macchina, all'interno del cruscotto lato passeggero, è stato trovato un sacchetto con dentro oltre 100 grammi di cocaina, mentre il guidatore (K.M., albanese incensurato di 20 anni) aveva con sé 400 euro in contanti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In carcere

In casa sua, sempre a San Donà, è stato trovato un certo quantitativo di mannitolo, utilizzato come sostanza da taglio, oltre a sacchetti per il confezionamento dello stupefacente. Tutto sequestrato, compresi tre cellulari e l’auto. Il ragazzo è stato arrestato e portato al carcere di Venezia, in attesa del processo per direttissima fissato per venerdì mattina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • Tuffo nell'acqua bassa a Jesolo, un ragazzo all'ospedale

  • Bollo auto, chi paga e chi no: le informazioni sulle esenzioni

  • Il ceppo di covid proveniente dalla Serbia è molto aggressivo. Zaia: «Preoccupati per i virus importati»

  • Il giorno del Mose: alle 12.25 la Laguna è completamente isolata dal mare | DIRETTA

  • Trovata nelle campagne di Altino una scultura romana

Torna su
VeneziaToday è in caricamento