menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scoperto con l'eroina addosso in zona stazione, pusher arrestato

È stato bloccato dalla polizia dopo aver tentato la fuga verso Marghera. Bloccato anche un ladro sorpreso in azione a bordo di un bus a Mestre

Ha tentato di fuggire alla vista di una volante della polizia, ma è stato preso poco dopo. Gli agenti lo hanno notato sabato mattina nel corso di pattugliamenti nell'area di via Piave e della stazione di Mestre: il sospetto, in sella ad un bici, vedendo gli uomini in divisa ha imboccato velocemente il sottopasso, dirigendosi verso Marghera.

Così la volante si è spostata nella zona sud della città e ha individuato il fuggitivo pochi minuti dopo, in via Ulloa. A quel punto è stato chiarito anche il motivo per cui cercava di scappare, ovvero dieci palline termosaldate contenenti eroina che il giovane aveva in bocca. Il pusher, un ventenne nigeriano (finora incensurato e in possesso di permesso di soggiorno) è stato quindi arrestato e portato al tribunale; il giudice ha convalidato l'arresto e ha rimesso il giovane in libertà in attesa del processo.

Un altro arresto è stato eseguito poche ore più tardi in via Miranese, a Mestre, dopo che un ladruncolo a bordo di un bus della linea 7E aveva tentato di rubare un cellulare a un passeggero. Il malvivente, un quarantenne bosniaco con precedenti, è stato bloccato e consegnato alla polizia, quindi portato in carcere. Stamattina, a seguito dell’udienza di convalida, è stato scarcerato in attesa di giudizio, con contestuale misura del divieto di dimora nella regione Veneto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento