rotate-mobile
Cronaca Mestre Centro

Dal 1° ottobre entrano in vigore le misure anti inquinamento

Ordinanza valida fino ad aprile 2023. Con l'allerta arancio e rosso stop alle auto Euro 5 e inferiori. Previste varie deroghe, compresi i veicoli a servizio di disabili e assistenti. "Pausa" nel periodo natalizio, tornano le domeniche ecologiche

Tornano in vigore, a partire dal 1° ottobre 2022, le limitazioni per arginare l'inquinamento da polveri sottili in atmosfera durante il periodo invernale. Le principali norme riguardano la circolazione veicolare, che valgono per la terraferma del comune di Venezia (ma anche altre zone della città metropolitana) e si sommano a quelle relative al riscaldamento casalingo e agli spandimenti zootecnici. Il sistema si basa sui livelli di allerta (verde, arancio, rosso) in base all'entità del superamento della soglia di concentrazione di pm10.

Le misure sul traffico interessano potenzialmente circa 95mila automobili private sulle 110mila presenti a Venezia, ovvero le Euro 5 (e inferiori) che non potranno muoversi nell'area urbana dalle 8.30 alle 18.30 delle giornate classificate come "arancio" o "rosso". La novità principale è l'estensione dei divieti alle auto Euro 4 anche con livello verde: esisteva già dal 2021, ma nella scorsa stagione era stata sospesa a causa dell'emergenza Covid. Il provvedimento, però, garantisce varie deroghe, come riepilogato dall'assessore all'ambiente Massimiliano De Martin: «Sono previste deroghe per i veicoli adibiti al servizio disabili, al trasporto di persone per terapie, alle persone che prestano assistenza»; altre per chi va a scuola o al lavoro (solo per chi non può arrivarci con i mezzi pubblici), per il car pooling, per le società sportive; e poi tutti i mezzi di soccorso, servizi mense, ambulanti e altri ancora (la lista completa si trova qui). Per lo scopo il Comune mette a disposizione appositi moduli di autocertificazione, di dichiarazione del datore di lavoro e del dirigente scolastico.

L'obiettivo è ridurre la concentrazione di pm10 e di altre sostanze inquinanti nell'aria, soprattutto nel periodo invernale, quando le condizioni atmosferiche e l'uso più massiccio delle auto portano a un incremento delle situazioni di criticità. La questione, però, è più ampia e riguarda la necessità di ridurre complessivamente l'impatto sull'ambiente. «I dati dimostrano che il lavoro va fatto a livello più ampio, quello all'interno dei confini amministrativi non è sufficiente - spiega De Martin -. I territori di tutta la pianura padana devono comunicare tra loro e agire con azioni comuni, e questo succede solo da 5 anni. Dai grafici, in ogni caso, vediamo che i superamenti delle soglie di allerta si sono progressivamente ridotti». Il tema però è «far crescere la coscienza ambientale: non si può andare a controllare le temperature nelle case, deve esserci una responsabilità pubblica». Nel frattempo l'amministrazione fa la sua parte «con la costruzione di piste ciclabili, l'acquisto di bus elettrici e a idrogeno, nuovi impianti di rifornimento».

L'assessore ha fatto presente lo sforzo per andare incontro alle attività economiche: «Cerchiamo di non creare danno a un settore che sta soffrendo per il terzo anno consecutivo. Stiamo dialogando con le categorie per redigere il calendario delle domeniche ecologiche e abbiamo previsto la sospensione dell'ordinanza nel periodo natalizio, dal 17 dicembre al 7 gennaio, quando la gente fa la corsa agli acquisti. Se in quei giorni saremo in codice rosso, però, la sospensione si ferma al 27 dicembre».

Per aiutare a districarsi nelle regole è disponibile una pratica app (WebMapp Venezia) che permette in ogni momento di conoscere il livello di allerta e, inserendo il numero di targa del proprio veicolo, di sapere se lo si può usare o meno.

Di seguito si riportano divieti e deroghe relativi alla circolazione veicolare in terraferma dal 1° ottobre 2022 al 30 aprile 2023

In caso di nessuna allerta (verde)

DIVIETO di circolazione nei giorni feriali dal lunedì al venerdì, dalle ore 8:30 alle ore 18:30, per le seguenti categorie di veicoli:

  • ciclomotori e motocicli euro 0;
  • autovetture ad uso proprio e veicoli commerciali alimentati a benzina Euro 0 e 1;
  • autovetture ad uso proprio alimentate a diesel Euro 0, 1, 2, 3 e 4;
  • veicoli commerciali classificati in categoria N1, N2 e N3 alimentati a diesel Euro 0, 1, 2 , 3 e 4;

In caso di allerta livello 1 (arancio)

DIVIETO di circolazione tutti i giorni 7/7 dalle ore 8:30 alle 18:30 per le seguenti categorie di veicoli:

  • ciclomotori e motocicli Euro 0 e 1;
  • autovetture ad uso proprio e veicoli commerciali alimentate a benzina Euro 0, 1 e 2 ;
  • autovetture ad uso proprio alimentate a diesel Euro 0, 1, 2, 3, 4 e 5;
  • veicoli commerciali classificati di categoria N1, N2 e N3 alimentati a diesel Euro 0, 1, 2, 3 e 4.

In caso di allerta livello 2 (rosso)

DIVIETO di circolazione tutti i giorni 7/7 dalle ore 8:30 alle 18:30 per le seguenti categorie di veicoli:

  • ciclomotori e motocicli Euro 0 e 1;
  • autovetture ad uso proprio e veicoli commerciali alimentate a benzina Euro 0, 1 e 2;
  • autovetture ad uso proprio alimentate a diesel Euro 0, 1, 2, 3, 4 e 5;
  • veicoli commerciali classificati di categoria N1, N2 e N3 alimentati a diesel Euro 0, 1, 2, 3, 4 e 5 (limitazione Euro 5 solamente dalle 8.30 alle 12.30).
     
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal 1° ottobre entrano in vigore le misure anti inquinamento

VeneziaToday è in caricamento