Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come cambia il quartiere Piave: i commenti dopo l'ultima operazione antidroga VIDEO

Cittadini a confronto sulla sicurezza, tema caldo della zona attorno alla stazione di Mestre. Che aria tira dopo l'arrivo dei carabinieri?

 

Residenti e commercianti hanno commentato l'aria che si respira, dopo l'operazione dei carabinieri contro lo spaccio di lunedì, e dopo la retata della polizia a luglio scorso, con decine di arresti e lo smantellamento della banda criminale di nazionalità nigeriana che aveva assunto il controllo dello smercio di droga sul territorio. «Si respira un po' di tranquillità - affermano gli esercenti -, ma per molti i tempi in cui si poteva passeggiare anche di sera in sicurezza, in via Piave o in via Monte San Michele, appaiono lontani». «Bene la presenza di polizia di Stato, polizia locale, carabinieri ed esercito - dicono tutti - ma mentre per molti il clima sembra più accettabile rispetto a qualche tempo fa, per altri «non è ancora sufficiente a sradicare la malavita organizzata in zona. È probabile che i gruppi che sono stati allontanati oggi vengano sostituiti da altri. Non si può abbassare la guardia perché l'area qui è un po' particolare».

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento