rotate-mobile
Punto Covid

Iniziata la quinta ondata di contagi, Zaia: «Ma siamo in fase endemica»

Per il governatore il capitolo pandemico è archiviato, ma bisognerà continuare a essere prudenti per tutelare le persone maggiormente a rischio

I contagi sono in forte crescita in tutto il territorio e anche i ricoveri in ospedale - per il momento in area non critica - risentono dell'impennata di nuovi casi. «Siamo entrati nella quinta ondata Covid, - ha commentato oggi il presidente del Veneto, Luca Zaia, nel corso di un punto stampa a Palazzo Balbi - ma sono convinto che la fase endemica sia già iniziata».

Per il governatore si può definire archiviato il periodo pandemico, «ma non bisogna abbassare la guardia, - ha aggiunto - e in modo particolare bisogna proteggere coloro che sono più a rischio». La strada indicata da Zaia è quella della convivenza con il virus, ma con la prudenza del caso, a maggior ragione a partire dal prossimo mese, quando saranno allentate alcune restrizioni legate al possesso del green pass.

Intanto proseguono le segnalazioni al sistema sanitario di persone che hanno contratto il Covid in passato e stanno ancora convivendo con i postumi della malattia. Il governatore ha annunciato che la Regione si sta organizzando su questo fronte, per rispondere in maniera più performante a chi sta sperimentando sintomi da long-Covid, anche trascorse molte settimane dall'infezione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iniziata la quinta ondata di contagi, Zaia: «Ma siamo in fase endemica»

VeneziaToday è in caricamento