menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'inverno sta arrivando, al Palaplip raccolta coperte per i senzatetto

"Ocio, ciò!" è partner dell'operazione "Sos coperte": martedì il primo ritiro durante l'appuntamento di "Ocio che si balla", poi anche in via Lazzari, in centro

Anche quest'anno il progetto “Ocio, ciò!” è partner dell’operazione “Sos coperte”: martedì 14 ottobre, durante l’appuntamento pomeridiano di “Ocio che si balla”, dalle ore 15 alle 18, il Palaplip di Carpenedo diventerà anche un punto di raccolta per portare coperte che saranno consegnate alle persone senza dimora presenti sul territorio.

In tal modo i pomeriggi di musica e informazione del progetto “Ocio Ciò - Città e Sicurezza” si affiancano all’iniziativa di solidarietà che il Comune di Venezia promuove ogni anno nell’ambito del Progetto “Senza Dimora”, in collaborazione con le cooperative sociali Caracol e Gea, e delle associazioni Croce Verde, Croce Rossa Italiana, Gruppo Volontari Stazione di Mestre, Goccia di Luce, Il Cerchio della Vita, City Angels, Ronda della Carità e della Solidarietà, oltre alla Comunità di S. Egidio, agli Avvocati di Strada onlus, agli Avvocati X Senza Dimora, alla Caritas Veneziana e alla Fondazione Casa dell’Ospitalità. Una rete di gruppi ed associazioni che mette a disposizione operatori impegnati in uscite serali e notturne, per aiutare persone che vivono in condizioni di povertà estrema nella nostra città.

Chi avesse a disposizione più coperte o si trovasse in difficoltà per la consegna, può contattare direttamente il “Telefono Bianco” al numero 041.927471 per organizzare il ritiro a domicilio. L’operazione “Sos coperte” continua poi nei giorni successivi a martedì 14: mercoledì 15 e giovedì 16 ottobre, dalle ore 11 alle 17, verrà attivato un altro punto di raccolta in via Lazzari a Mestre (adiacente al centro “Le Barche”).

Il pomeriggio di musica di martedì 14 sarà allietato dalle note dell’ “One man band” Enzo Ferraresi. Come sempre, si alterneranno ai balli “spot” informativi - a cura degli operatori del Progetto “Ocio, ciò!” - per parlare degli ultimi furti e truffe in atto nel territorio e dare consigli per non cadere in tranelli e diventare “più furbi dei furbi”.

“Ocio che si balla” è promosso dall’Osservatorio alle politiche di Welfare, Unità operativa Attivazione risorse - Progetti per una Città sicura della Direzione Politiche sociali, partecipative e dell’accoglienza, in collaborazione con Municipalità di Mestre Carpenedo, cooperativa Sesterzo, associazione Arcobaleno di Carpenedo e associazione AssOcio ciò.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento