menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Raccolta firme per cambiare lo "Statuto dei lavoratori": a Marghera Maurizio Landini

Il segretario generale della FIOM-CGIL è arrivato in piazza Mercato a Marghera per dare voce e sostenere la raccolta firme sulla proposta di legge popolare

Una raccolta firme per far divenire legge la "Carta dei diritti universali". La mattinata di sabato in piazza Mercato a Marghera la Cgil ha organizzato una manifestazione per raccogliere firme sulla proposta di legge popolare. Alla presenza del segretario nazionale della FIOM-CGIL Maurizio Landini, numerose persone hanno apposto il loro nome a fianco del documento che vuole modernizzare lo "Statuto del lavoratori".

A differenza dello Statuto del 1970 infatti, la nuova Carta vuole essere applicata a tutti i lavoratori: subordinati, atipici e autonomi, pubblici e privati, di qualsiasi impresa. Nella sola provincia di Venezia sono state in tutto più di 500 le assemblee nei posti di lavoro e nel territorio con 14.231 votanti.

"E' stata una campagna entusiasmante - afferma Enrico Piron, segretario generale della Camera del Lavoro Metropolitana di Venezia -. Uno sforzo organizzativo impegnativo che però ci ha ulteriormente avvicinato ai lavoratori e ai cittadini con una proposta concreta verso il mondo del lavoro che noi vogliamo costruire per il futuro". "Dalle assemblee - insiste Piron - é emersa una forte preoccupazione per la disoccupazione e sulla precarizzazione del lavoro ma anche una forte determinazione nel voler cambiare pagina. Anche per quanto riguarda la legge Fornero sulle pensioni". I firmatari sabato mattina sarebbero stati circa 200 e dalla CGIL si dicono soddisfatti del risultato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento