menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caritas e CMB, una raccolta fondi per le famiglie in povertà a causa del coronavirus

L'iniziativa per sostenere le persone indigenti nelle aree di Venezia e Treviso. CentroMarca Banca ha stanziato 10mila euro

Il blocco delle attività economiche causa coronavirus ha aggravato le situazioni di povertà già presenti nel territorio, aumentando il numero di persone che si rivolgono alla Caritas per un pasto, una spesa o un aiuto. A risentire maggiormente di questa situazione sono le molte famiglie che a causa del lockdown si sono ritrovate senza una garanzia economica: per questo le Caritas di Treviso e di Venezia sono impegnate su una serie di interventi di supporto e ritengono urgente costituire un fondo di solidarietà, necessario per attivare misure di sostegno al reddito per chi non beneficia di ammortizzatori sociali.?

Per sostenere la Caritas in questo senso, CentroMarca Banca, attraverso la sua Fondazione CMB, ha attivato una raccolta fondi con il crowdfunding "Aiutiamo i nostri concittadini in difficoltà", stanziando 10mila euro. «In queste settimane - fanno sapere don Davide Schiavon ed il diacono Stefano Enzo, responsabili rispettivamente di Caritas Treviso e di Caritas Venezia - il numero delle persone che chiede aiuto è notevolmente aumentato rispetto a prima dell’emergenza coronavirus. Quello che noi possiamo fare è garantire loro il minimo necessario: una borsa della spesa settimanale e in alcuni casi un contributo economico per pagare le bollette di luce, acqua e gas, servizi indispensabili per garantire la vivibilità e l’igiene in famiglia. Vogliamo ringraziare in anticipo quanti attraverso questo crowdfunding della Fondazione CMB riusciranno a donare anche una piccola cifra. Siamo certi che con la solidarietà del nostro territorio, potremo restituire un po’ di serenità a molte famiglie».

Per il presidente di CMB, Tiziano Cenedese, la banca CMB «si fonda sulla base dei principi etici e sociali della cooperazione e del localismo: questo significa avere anche delle responsabilità verso le persone e le famiglie che vivono in questi territori». Aggiunge il direttore generale Claudio Alessandrini: «In questa fase ancora critica, in cui ci sono necessità urgenti, vogliamo stare ancora una volta a fianco di famiglie e imprese. Abbiamo predisposto finanziamenti e accordi particolari per il tessuto imprenditoriale ma c’è l’estrema esigenza di aiutare le persone che si trovano in difficoltà. Un supporto rivolto soprattutto a chi, a causa del blocco imposto, si è trovato senza lavoro. Con la nostra Fondazione accogliamo l’appello delle Caritas instituendo una raccolta fondi aperta alla solidarietà di cittadini e Imprese. È il momento di agire con generosità per vincere questa battaglia». «L’intento della Fondazione CMB, già protagonista della raccolta fondi per gli ospedali delle due province, è quello di continuare a sostenere il territorio in questo particolare momento storico, che dopo l’emergenza sanitaria deve ora far fronte a quella socio-economica», fa sapere il presidente della Fondazione, Denis Vian.

Attraverso la piattaforma di crowdfunding, la Fondazione offre la garanzia che tutto quello che verrà raccolto andrà agli operatori della Caritas di Treviso e della Caritas di Venezia e quindi alle persone che si affidano a loro per essere aiutate. Donare è semplice: basterà registrarsi alla piattaforma www.cmb4people.org con la possibilità di eseguire un bonifico bancario (esente da commissioni per i clienti CMB) sul conto corrente intestato a: WELFARE COVID - codice IBAN: IT 04 T 08749 12001 014000771279.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Perseguita e minaccia la ex per mesi, arrestato un 49enne

  • Favaro Veneto

    Bimba di sei anni cade nel vano dell'ascensore, ferita

  • Incidenti stradali

    Schianto in A4, morto un automobilista

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento