rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Cronaca Lido / Lungomare G. Marconi

Differenziata e calotta flop al Lido: "Rifiuti a terra e cassonetti vuoti"

E' la stessa Veritas a chiedere maggiore collaborazione ai cittadini: "Non si separa il secco dall'umido, nelle campane si trova un po' di tutto"

C'è ancora da lavorare. Diciamo così. A una settimana dall'arrivo al Lido di Venezia del nuovo sistema di raccolta dei rifiuti con i cassonetti a calotta per il secco e raccolta differenziata per la frazione organica, è la stessa Veritas a sottolineare come siano ancora troppi i rifiuti abbandonati in strada o intorno ai contenitori. Compresi quelli per la differenziata.

Alcuni residenti (turisti ce ne sono pochini) ancora non si impegnano abbastanza nel separare la parte organica dei rifiuti, come gli avanzi di cibo o frutta e verdura, o le piante e alimenti scaduti, e non utilizzano la chiavetta per aprire i cassonetti e conferire correttamente il secco. Fanno prima a lasciare i sacchi a terra, in barba alle norme igieniche e comunali. "Il risultato è che i contenitori della frazione organica sono pieni di rifiuti indifferenziati - sottolinea Veritas -  che vengono abbandonati anche intorno ai cassonetti e nelle campane per la differenziata di vetro plastica e lattine, carta cartone e Tetra Pak".

Il problema a cascata si ripercuote anche sui netturbini, obbligati a un lavoro supplementare. Un surplus di servizio che ricade sulle tasche della collettività. "I materiali estranei nelle campane della differenziata rendono inutilizzabile l’intero contenuto - spiega l'azienda - e, in molti casi, tutto il raccolto del giorno". I tecnici di Veritas hanno controllato una ventina di cassonetti con la calotta (il 10% del totale del Lido) e hanno riscontrato che sono praticamente vuoti, dal momento che i sacchetti vengono sistematicamente abbandonati in strada o nei contenitori per la differenziata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Differenziata e calotta flop al Lido: "Rifiuti a terra e cassonetti vuoti"

VeneziaToday è in caricamento